Troppa Conegliano per Perugia, le magliette nere cedono 3-0

PROSECCO DOC IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA 3-0 (25-13 25-23 25-13)

PROSECCO DOC IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Vuchkova 7, Egonu 16, Sylla 5, De Kruijf 10, Wolosz 4, Plummer 17, De Gennaro (L), Frosini 1, Gennari, Courtney. Non entrate: Omoruyi, Caravello (L), Folie, Butigan.
Allenatore Santarelli.

BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA: Havelkova 8, Melandri 3, Diop 8, Melli 6, Nwakalor 1, Bongaerts, Sirressi (L), Bauer 3, Diouf 1, Provaroni, Rumori (L), Guiducci. Non entrate: Guerra, Scarabottini.
Allenatore Cristofani.

Arbitri: Santoro, Armandola.

Spettatori: 1983
Durata set: 21′, 27′, 22′; Totale: 70′.
MVP: De Kruijf

VILLORBA (TV) – Le venete della Imoco rispettano il pronostico a pieno e battono la Bartoccini-Fortinfissi Perugia 3-0 (25-13 25-23 25-13 i parziali) concludendo la gara in un’ora e 10 minuti di volley.

La Imoco parte subito con il piede sull’acceleratore arrivando velocemente sull’8-3, Cristofani ferma il gioco per tentare di porre rimedio ma il tentativo è vano, Conegliano continua a macinare punti inesorabilmente con le giocate di Egonu e Plummer, il margine aumenta ed arrivati sul 23-12 Perugia invoca nuovamente il minuto di sospensione. La pausa rinvia solo di poco l’inevitabile e le venete conquistano il set 25-13 con l’attacco di Plummer.

Il secondo set comincia con due ace di Egonu e con Conegliano che si porta agilmente sul 10-5, ma la Bartoccini-Fortinfissi Perugia non è meno lasciva del primo set e si mette all’inseguimento, sul 17-13 Cristofani ferma il gioco per caricare le sue ragazze, comincia una lenta rimonta, il margine delle padrone di casa comincia ad assottigliarsi e si arriva alla parità con capitan Havelkova che forza il muro per il 22-22. Plummer e Vuchkova portano le venete sul 24-22 e Perugia chiama lo stop, al rientro Plummer sbaglia il servizio (24-23) ed Egonu viene chiamata out, Santarelli però non ci sta e chiama il check che valida la bontà dell’operato dell’italiana acquisendo il primo punto classifica sul 25-23.

Nel terzo parziale la storia sembra ripetersi, le venete partono subito mettendo pressione sulle avversarie con Plummer che fa da locomotiva, sul 4-1 Perugia chiama il minuto di sospensione, la pausa non ferma “Il Flagello di Long Beach” che continua nella sua azione dominando anche nel gioco a rete facendo aumentare il margine della Imoco e sull’11-3 Cristofani tenta il tutto per tutto spendendo anche il suo ultimo time-out, il margine è oramai già considerevole Egonu e compagne devono solo amministrare, il margine resta di tutta sicurezza nonostante i tentativi delle umbre, sul finale si ritaglia il suo spazio anche Wolosz che dai nove metri trova il doppio ace che conclude le ostilità e manda in archivio la pratica con il 25-13 che vale il 3-0 finale.

A caldo il commento di Giulia Melli.Era sicuramente una gara difficile da interpretare, siamo riuscite ad esprimere il nostro gioco solo in alcuni tratti. Abbiamo commesso tanti errori gratuiti nel primo e terzo set dove non siamo riuscite ad attaccare al meglio ed abbiamo avuto qualche problema di troppo in ricezione. Nel secondo set invece siamo riuscite a limitarli e difendendo anche qualche pallone in più siamo rimaste vicino a loro fino alla fine, poi ovviamente hanno fatto vedere tutte le loro qualità, quando vogliono vincere iniziano a giocare sulle linee a tutta forza ed è quasi impossibile ricostruire del gioco, però quando siamo riuscite a rigiocarli abbiamo fatto vedere dei bei colpi anche noi”.

Leave a comment

*

code

Campagna abbonamenti 2021/2022