Le magliette nere non guastano la festa a Conegliano

PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO – BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA 3-0 (25-19 25-21 25-11)

PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO: Robinson-Cook 7, Lubian 11, Carraro 1, Plummer 14, Squarcini 8, Haak 16, De Gennaro (L), Gennari 1, Pericati. Non entrate: Fahr, Gray, Wolosz, Furlan (L), De Kruijf.
Allenatore Santarelli.

BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA: Gardini 6, Nwakalor 2, Samedy 8, Lazic 7, Polder 6, Avenia 1, Armini (L), Provaroni, Rumori, Galic, Bartolini. Non entrate: Guerra.
Allenatore Bertini.

Arbitri: Clemente, Papadopol.
Spettatori: 5344
Durata set: 25′, 27′, 21′; Totale: 73′
MVP: Plummer.

VILLORBA – La Bartoccini-Fortinfissi Perugia cede 3-0 (25-19 25-21 25-11 i parziali) in casa della Prosecco Doc Imoco Conegliano, in una gara giocata alla pari per due set (nonostante le assenze di Dilfer e Guerra), ma dove la forza delle bi-campionesse del mondo si è fatta vedere nei momenti cruciali.
Il primo set parte con Conegliano subito avanti trascinata dalle giocate di Plummer (5-2), Perugia però non si demoralizza ed arriva sul 6-5 grazie alla fast di Polder. Le pantere non ci stanno e recuperano subito margine con le giocate di Lubian ed Haak, quando il divario ritorna ad essere importante (16-12) Bertini decide di usare il suo primo time-out. Le venete non si fanno deconcentrare e mantengono il margine arrivando nella zona calda del set sul 20-15, sul 22-17 vedendo il margine invariato le umbre tentano il tutto per tutto e chiamano anche l’ultimo stop ma c’è poco da fare Plummer è devastante anche al servizio e con due ace consecutivi archivia il gioco 25-19.
Nel secondo set l’avvio sembra differente, la Bartoccini-Fortinfissi si mostra subito battagliera e si porta in vantaggio fino al 4-7 arrivato grazie all’ace di Polder.  Conegliano rimonta trainata da Squarcini dai nove metri trova la parità (8-8). Si procede punto a punto ma poi Samedy, Polder a muro e l’errore di Haak portano Perugia sul +3 e Santarelli sul 10-13 chiama il primo time-out del match. Samedy e compagne tengono a distanza la Imoco fino al 15-18, poi Haak, Squarcini ed il muro delle padrone di casa si fanno vedere ed a quota 18 si torna i parità con Bertini che non può far altro che chiamare il time-out, l’inerzia non cambia e sul 22-20 la panchina umbra fa il bis ma c’è poco da fare, le campionesse del mondo sono cariche e con il duo Lubian, Robinson-Cook conquistano il secondo set 25-21.
Anche il terzo set mostra uno scontro equilibrato tra le due formazioni che partono punto a punto (6-6), poi come di consueto Conegliano inizia a premere sull’acceleratore  e Bertini ferma il gioco (8-6), la reazione non è quella desiderata con Lubian che sfrutta le luci della ribalta e mette a referto ben 5 punti di cui l’ace che vale il 13-8 e fa spendere a Perugia anche l’ultimo stop ma c’è poco da fare, le campionesse del mondo vogliono fare festa il prima possibile e dilagano, il finale è impietoso con Squarcini che sigla il 25-11 (valendo il 3-0 finale) direttamente dai nove metri e lascia partire i festeggiamenti.

 

A caldo le impressioni della regista Giorgia Avenia. “Sapevamo che sarebbe stato difficile, siamo riuscite a mantenere un buon livello per due set e siamo orgogliose del gioco che abbiamo saputo mettere in campo contro la squadra campione del mondo in carica, abbiamo cercato di fare del nostro meglio ed abbiamo giocato, questa è la cosa più importante“.

Leave a comment

*

code