Perugia parte bene ma sulla distanza ad avere la meglio è Firenze

BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA – IL BISONTE FIRENZE 1-3 (26-24 21-25 21-25 23-25)

BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA: Havelkova 15, Melandri 8, Diouf 10, Melli 15, Bauer 3, Bongaerts 1, Sirressi (L), Diop 7, Nwakalor 6, Provaroni, Guiducci. Non entrate: Scarabottini (L), Guerra, Rumori.
Allenatore Cristofani.

IL BISONTE FIRENZE: Van Gestel 16, Belien 10, Cambi 4, Sorokaite 17, Graziani 2, Nwakalor 23, Panetoni (L), Sylves 4, Bonciani 1, Knollema. Non entrate: Lapini, Golfieri (L), Enweonwu, Diagne.
Allenatore Bellano.

Arbitri: Talento, Gasparro.

Note – Spettatori: 520, Durata set: 35′, 31′, 26′, 29′;Totale: 121′.

MVP: Sylvia Nwakalor

In una gara equilibrata sotto molti aspetti ad avere la meglio è Il Bisonte Firenze (26-24 21-25 21-25 23-25 i parziali) che ha saputo dimostrare una maggior freddezza nei momenti delicati della gara dando lo strappo decisivo nei momenti giusti.

Nel primo set Perugia parte bene portandosi subito sul 4-1, le fiorentine però non restano a guardare, con Belien e Sorokaite reagiscono ed a quota 8 è di nuovo parità. La carica de Il Bisonte continua arrivando sul +3 (8-11), consentendo alle ospiti di gestire la situazione. Quando l’ace di Bonciani vale il 15-20 coach Cristofani chiama il primo time-out della gara. Capitan Havelkova prende in mano la situazione ispirando anche Melli e sul 18-20 è Bellano a fermare il gioco. La Pausa non serve, il duo in maglietta nera continua penetrare la difesa toscana fino al pareggio del 23-23 e quando Havelkova mette a terra la palla del 25-24 Firenze ferma il gioco per l’ultima volta. La pausa non distrae le le ragazze di Crisofani ed è ancora Havelkova a mettere a terra la palla del 26-24 che vale il primo set per la Bartoccini-Fortinfissi Perugia.

Il secondo set sembra svolgersi come il precedente con le padrone di casa che vanno subito in avanti sul 3-0, Firenze reagisce e ritrova la parità (3-3), comincia il punto a punto fino a quota 9, le bisontine tentano la fuga e sul 9-12 coach Cristofani corre ai ripari e chiama il time-out, la pausa fa bene alle “magliette nere”che prima chiudono lo strappo sul 12-12 e poi vanno in progressione a loro volta fino al 20-17 quando coach Bellano spende il suo primo time-out. Anche stavolta la pausa porta i suoi frutti, Il Bisonte rimonta fino al 20-20, allora tocca a Perugia chiamare il secondo stop. Le ospiti non si distraggono però e continuano con i muri di Belien a fare la differenza, il set si conclude 21-25 con Sylvia Nwakalor che schiaccia a terra la pipe vincente.

Come visto nei due set precedenti la Bartoccini-Fortinfissi Perugia parte subito bene portandosi avanti sul +2, Firenze resta in scia e non si abbatte nemmeno quando il parziale dice 13-10, anzi è proprio a quel punto che Belien e qualche errore di Perugia danno il 13-13. Comincia il punto a punto, quando le ospiti vanno sul 17-20 Cristofani chiama la sospensione, le perugine si portano sotto fino al 19-20 ma l’aggancio non riesce, le toscane accelerano e Van Gestel conclude con il punto del 21-25.

Il quarto set ha un avvio inedito, Firenze prende il largo portandosi subito sul +2 il vantaggio resta tale fino all’8-10, poi Diop si mette in mostra e mette a segno i punti che valgono il 10 pari, la gara prosegue punto a punto fino a quando il servizio di Linda Nwakalor scende indisturbato e vale il 15-13, Bellano ferma tutto e decide di parlarci su, le sue ragazze recepiscono il messaggio e si riportano in parità sul 15-15. Firenze ritorna avanti di 3 punti ed allora anche Cristofani usa la pausa (19-22). Anche in questo caso la sosta aiuta le “magliette nere” a recuperare la concentrazione e la gara torna in parità sul 22-22, gli ultimi scambi decisivi se li accaparra Firenze con Van Gestel che mette a terra la palla del 22-24 prima e capitan Sorokaite conclude il match siglando il 23-25 che vale il 3-1.

Nel post partita le impressioni delle due capitane.
Per Firenze dunque Indre Sorokaite.Ci manca ancora del ritmo e per questo non è stato facile, sono comunque per noi punti molto importanti sia per la classifica che per il morale. Abbiamo avuto una prestazione altalenante ma sono molto fiera della prestazione perché siamo riuscite ad uscirne a testa alta“.

Mentre sponda Perugia è Helena Havelkova a condividere la sua lettura del match.La gara è stata molto equilibrata come si è visto, nel primo set siamo riuscite a rovesciare la situazione mentre negli altri tre non siamo riuscite a dare quel qualcosa in più quando lo scontro era ravvicinato. Il nostro è un campionato difficile ed il livello tra le squadre è molto simile quindi sono i dettagli a fare la differenza“.

Leave a comment

*

code

Campagna abbonamenti 2021/2022