Perugia mette il cuore ma alla lunga Monza ha più cinismo

BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA – VERO VOLLEY MONZA 1-3 (30-28 17-25 26-28 14-25)

BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA: Havelkova 8, Melandri 5, Diop 5, Guerra 9, Bauer 1, Bongaerts 2, Provaroni (L), Diouf 17, Melli 7, Nwakalor 3, Guiducci 1. Non entrate: Sirressi, Rumori (L), Scarabottini.

Allenatore Cristofani.

VERO VOLLEY MONZA: Candi 1, Orro 7, Stysiak 20, Danesi 16, Van Hecke 16, Lazovic 3, Parrocchiale (L), Davyskiba 13, Zakchaiou 4, Boldini, Negretti, Moretto. Non entrate: Mihajlovic, Gennari (L).

Allenatore Gaspari.

Arbitri: Marotta, Grassia.

Spettatori: 450

Durata set: 35′, 23′, 35′, 22′; Totale: 115′

MVP: Anna Danesi

PERUGIA – La Bartoccini-Fortinfissi Perugia lotta per i primi tre set ma poi crolla e cede 1-3 (30-28 17-25 26-28 14-25 i parziali) contro la Vero Volley Monza.

Un primo set che si avvia in maniera equilibrata con le squadre che si alternano sul tabellone (5-5), poi le ospiti commettono qualche errore di troppo ed arriva il +3 per la Bartoccini-Fortinfissi Perugia, Monza si riprende, trova la parità sul 9-9 e di slancio arriva fino al 13-15. Le padrone di casa recuperano e con Diouf ritrovano la parità  sul 16-16, coach Gaspari ferma tutto, la pausa ferma l’inerzia e riprende il punto a punto fino al 21 pari, la Vero Volley ha un accelerazione che la porta sul 22-24, allora Cristofani si gioca il tutto per tutto con l’ultimo time-out, mai scelta più azzeccata, al rientro Boldini sbaglia il servizio, Candi manda out un attacco e si va sul 24-24, il finale è estenuante, un punto a punto che arriva fino al 28-28 poi Guerra e l’ace di Diop archiviano la pratica sul 30-28.

Nel secondo set l’avvio è differente, Monza si porta subito avanti e sull’1-4 Cristofani chiama il time-out, la Bartoccini-Fortinfissi Perugia non si da per vinta e con l’ingresso di Guiducci in cabina di regia prova a cambiare le carte in tavola come nel primo set sfruttando la regola dell’Under con Diop, la mossa è ancora una volta giusta, il margine monzese si assottiglia e sul 7-8 è Gaspari a chiamare lo stop, con la pausa mette ordine tra le sue ragazze ed al rientro in campo le ospiti riprendono a costruire margine, con Sysiak in formato maxi arrivando fino al 9-14, momento in cui Cristofani ferma nuovamente il gioco. Al rientro le magliette nere tentano di reagire ma il margine oramai è ampio le lombarde devono solo amministrare, l’1-1 arriva con il muro di Stysiak che ferma tutto sul 17-25.

Anche il terzo set vede Monza subito determinata tentare la fuga in avanti grazie al controllo del gioco a rete che gli da subito il 3-8, Critofani chiama il time-out, lo stop mette ordine tra le fila perugine che piano piano cercano di ricucire lo strappo arrivando ad una sola lunghezza (16-17) con l’errore di Davyskiba che induce Gaspari al time-out. Le ospiti si riprendono dal torpore e sempre con il gioco a muro riprendono ad accumulare vantaggio arrivando sul 18-21, Cristofani usa l’ultimo time-out per strigliare le sue ragazze, la lezione funziona, al rientro arrivano tre punti consecutivi che portano di nuovo il risultato in parità (21-21), momento in cui anche Gaspari va per il minuto di sospensione. Inizia un punto a punto che arriva agilmente al  26-25 in favore delle perugine, poi l’enfasi termina con due errori consecutivi di Havelkova e l’out di Diouf gela il PalaBarton regalando il parziale 26-28 a Monza.

Il quarto set parte con la replica degli spettacoli precedenti, la Vero Volley è efficiente sin da subito con Orro al servizio che vale l’1-4 Perugia va al time-out, la pausa serve a poco, le magliette nere sembrano aver lasciato la testa al set precedente ed il margine di Monza cresce fino al 3-9 con Cristofani che si gioca anche il secondo stop. La gara viaggia su di un binario ben preciso che porta verso nord, Lazovic mette a terra la palla del capolinea fissando il risultato sul 14-25 ed 1-3 finale.

Le dichiarazioni di Anna Danesi MVP del match.Sicuramente Perugia ci ha messo abbastanza in difficoltà, hanno delle attaccanti che spesso giocano con le mani del muro ed essendo abituate a colpi diversi ci è voluto molto per adeguarci. Poi abbiamo trovato anche il sistema in battuta ed è iniziato a migliorare il tutto, sono contenta perché sono tre punti importanti per il nostro cammino“.

Anche Bintu Diop condivide la sua visione a caldo sul match. Siamo partite bene con un primo set ad alta intensità, nel secondo poi abbiamo avuto un calo abbiamo provato a riprenderci ma era troppo tardi. Nel terzo set siamo state brave ed abbiamo dato continuità poi però sul finale ci è mancato quel pizzico di cinismo che avrebbe potuto fare la differenza. Nel quarto probabilmente demoralizzate per come era finito il set precedente e con la stanchezza che cominciava a farsi sentire abbiamo perso il ritmo. Questa settimana dovremo impegnarci in palestra per preparare al meglio Cuneo prima e Casalmaggiore poi in casa il 26 dicembre dove dovremo scendere in campo per raccogliere qualche punto“.

Leave a comment

*

code

Campagna abbonamenti 2021/2022