Per coach Mazzanti e le sue ragazze “Buona la prima”

BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA – BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA 2-3 (21-25 18-25 25-19 25-17 13-15)

BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Cvetnic 7, Veglia 3, Nicoletti 18, Jasper 23, Berti 12, Bechis 2, Parlangeli (L), Angelina 8, Biganzoli 1, Bridi 1, Pericati. Non entrate: Sala, Decortes, Botezat.
All. Mazzola.

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Havelkova 18, Koolhaas 9, Ortolani 11, Carcaces 17, Aelbrecht 18, Di Iulio 1, Cecchetto (L), Scarabottini 1, Mlinar, Angeloni. Non entrate: Rumori, Agrifoglio, Casillo.
All. Mazzanti.

ARBITRI: Venturi, Pristera’.

NOTE
Spettatori: 50
Durata set: 26′, 26′, 31′, 28′, 20′; Tot: 131′
MVP: Freya Aelbrecht

MONTICHIARI (BS) – La Bartoccini Fortinfissi Perugia comincia il suo nuovo corso con una vittoria al tie-break, arrivata dopo due primi set giocati ad altissimo livello, ed un quinto in progressione costante che ha prima portato alla rimonta, ed in fine alla vittoria, contro una Millenium Brescia mai doma,

Il primo set parte punto a punto fino al 7-7 poi Perugia trascinata da Koolhaas e dalle pipe di Havelkova prende il largo e coach Mazzola chiama il time-out sul 7-10, le padrone di casa riducono il distacco ma poi Aelbrecht trova costanza a muro infilandone due consecutivi ed inducendo Brescia a chiamare il secondo stop sul 10-14. Il margine aumenta fino al 13-19, Cvetnic però non si da per vinta e tiene in scia le compagne, quando poi arriva il doppio muro del 18-20 allora è coach Mazzanti a chiamare il time-out. La pausa permette di riprendere il bandolo della matassa, sul finale ci pensa Aelbrecht che prima vince una contesa a muro e poi in fast mette a terra la palla del 21-25.

Anche nel secondo set le due squadre partono punto a punto e proseguono marcandosi stretto fino al 14 pari, poi la Bartoccini Fortinfissi Perugia tenta la fuga in avanti con Havelkova e Aelbrecht e quando Brescia spara direttamente a rete un attacco arriva il 15-18 ed la richiesta di time-out da parte di coach Mazzola. La pausa non da l’effetto desiderato, le perugine prendono margine sfruttando anche qualche errore di troppo da parte delle padrone di casa e sul 16-20 viene chiamato un altro minuto di sospensione per loro. Ortolani, Carcaces ed Havelkova vedono vicina la meta e premono sull’acceleratore, il punto conclusivo però arriva grazie ad un errore al servizio di Biganzoli che ferma il set sul 18-25.

Un terzo set dove la Bartoccini Fortinfissi Perugia parte subito arrembante con Carcaces ed Havelkova, poi però Nicoletti si riscalda e riporta la situazione in parità (3-3), da quel momento si procede punto a punto fino al 7 pari, le magliette nere nuovamente allungano di nuovo e sul 7-9 Mazzola chiama time-out, le ospiti gestiscono la situazione, poi qualcosa s’inceppa e quando arrivano tre errori consecutivi da parte delle sue ragazze, Mazzanti chiama tempo (15-13), la pausa non fa effetto, Brescia continua ad imporre il suo gioco e sul 17-13 le perugine si fermano per la seconda volta. Ortolani si scuote ed Aelbrecht la segue portandosi ad una lunghezza (17-16), la benzina però termina sul più bello e la Millenium riprende margine, il finale è un nuovo crescendo che termina con Nicoletti che scaraventa a terra la palla del 25-19.

Nel quarto set sembra di rivedere il film dei primi due set con le squadre che partono punto a punto, Brescia tenta lo scatto e sul 7-3 Mazzanti chiama tempo, i problemi in ricezione continuano e quando arriva il 10-5 sul secondo ace consecutivo di Jasper le Perugine cercano rifugio nell’ultimo time-out a disposizione per il set. Le lombarde hanno margine ed in tranquillità impongono il loro gioco, dopo l’uscita di Ortolani dovuta ad una palla arrivatale direttamente al volto, la partita si riapre e tutto viene rimandato al set decisivo quando Berti mette a terra la palla del 25-17.

Il quinto set calca la scia del quarto con le bresciane che partono subito mostrando la loro intensità spinte dai colpi di Nicoletti. Havelkova ed Aelbrecht ricuciono lo strappo ottenendo il 3-3, tocca poi a Jasper dare mostra delle sue capacità ed è proprio il punto del 7-4 siglato dall’olandese a convincere coach Mazzanti che è ora di chiamare time-out. Al rientro Di Iulio ottiene risultati ricorrendo alla fast prima con Aelbrecht poi con Koolhaas (8-6), Havelkova riprende efficienza in pipe e quando arriva il muro del 10-9 stampato da Aelbrecht è Mazzola a fermare il gioco. La pausa è provvidenziale, la tendenza s’inverte grazie alla doppietta di Jasper che equivale al 12-9 inducendo le ospiti a chiedere il secondo time-out. La scialuppa di salvataggio si chiama Freya Aelbrecht che mette tutta la sua esperienza nel gestire il muro avversario e portando ancora una volta le sue compagne sul -1 (12-11), le Bresciane fermano il gioco anch’esse per l’ultima volta, ma Aelbrecht non si arresta e conquista la parità a quota 12, il muro di Angeloni porta in vantaggio la Bartoccini Fortinfissi Perugia che poi ottiene i due punti con Avelkova che vince la contesa (13-15) su una palla mal gestita dalla ricezione bresciana forzata dal servizio di capitan Angeloni.

A condividere le prime impressioni post gara l’ex di turno Isabella Di Iulio. “Era da tanto che non giocavamo tra turno di riposo e covid, sono emozionatissima, ritornare in campo dopo un così grande cambiamento poteva sembrare facile ma non lo era affatto, noi dobbiamo ricorstuire piano piano le nostre fiduce e ripartiamo da questo, credo che in questo periodo il nostro gioco abbia avuto un cambiamento e siamo quindi ancora in fase di allestimento e di rodaggio, credo che siamo entrate in campo in maniera molto convinta e lo abbiamo dimostrato nei primi due set, poi c’è stato da lottare ma una vittoria con un quinto set così è ancora più importante. Sono veramente molto contenta per tutta la squadra per tutto lo staff perché lavoriamo molto e ci crediamo. Ora dobbiamo trovare quella continuità che purtroppo ci è mancata, lavoreremo per questo e probabilmente anche con un nuovo spirito, le vittorie aiutano sempre, l’ho vissuto anche in passato e mi auguro sia così anche in futuro, vogliamo dimostrare quello che siamo veramente, cosa che fino ad ora ci è mancato“.

In fine coach Davide Mazzanti. Penso che le ragazze siano riuscite ad ottenere una vittoria incredibile, hanno affrontato i primi due set in maniera spettacolare, il terzo stavamo giocando bene ma poi abbiamo perso due o tre palloni importanti dove potevamo avere la possibilità di andare via ed invece non ci siamo riusciti, lì Brescia è tornata fuori, poi nel quarto set senza Serena ci si è complicata un poco la situazione ed abbiamo perso il filo del discorso dal punto di vista della tattica, nel quinto set invece voglio proprio dire che sono state brave perché l’abbiamo vinta più con il cuore piuttosto che con tecnica e tattica, era importante ottenere qui la vittoria perché entrambe le squadre sono in una posizione scomoda di classifica, abbiamo visto i tanti volti della nostra squadra, abbiamo tanti talenti come Havelkova che ha fatto una grandissima partita, Carcaces ha dovuto giocare fuori ruolo perché eravamo a corto d’italiane senza Serena e ci si è complicato tutto, Veronica è entrata fortissimo, ha anche tirato quell’ultimo servizio finale dimostrando coraggio e quindi ha fatto bene il suo ruolo da capitano”.