Tie break fatale a Caserta

Scivola la Bartoccini Gioiellerie Perugia al Palavignola di Caserta. Dopo aver vinto i primi due parziali cede alle battute delle avversarie che pian piano acquistano fiducia nei propri mezzi mettendo in grande difficoltà le perugine. Da 2-0 al 2 pari e tie break finale senza storia. Perugia conquista un punto in classifica (33) ma le avversarie vincono e la distanza si assottiglia: ora Trento è a 3 punti. E domenica ancora una trasferta insidiosa a Soverato.
La cronaca
Fabio Bovari si affida a Demichelis in cabina di regia in diagonale con Irina Smirnova, Giulia Pascucci e Giulia Pietrelli schiacciatori ricevitori, al centro Luisa Casillo e Giulia Kotlar, mentre il libero è Eleonora Bruno.
Primo set molto combattuto con le due formazioni che procedono appaiate. La Bartoccini prende più volte due punti di vantaggio (10-12), ma Caserta non molla e raggiunge sempre il pareggio (17-17). Bovari gioca la carta Donà (23-23) e la numero 10 in battuta semina il panico nella ricezione avversaria che conduce alla chiusura del parziale 23-25.
Parte più convinta la Volalto Caserta nel secondo set, ottenendo subito due punti di vantaggio (4-2); due punti che la Bartoccini Volley fatica a recuperare (15-13), anche perché per ben tre volte deve combattere anche contro il soffitto che favorisce le avversarie (19-17). Ma le magliette nere giocano con la testa e con il cuore e, dopo aver raggiunto il pareggio (20-20) premono sull’acceleratore e si portano a casa anche il secondo parziale 22-25.
Terzo set che vede le padrone di casa acquisire subito un buon vantaggio (5-1). Reagisce la Bartoccini e ottiene il pareggio (6-6). Fase centrale del set nella quale le due squadre procedono appaiate (13-13). Perugia spinge di più e trova un break importante (13-16). Ma a questo punto esce fuori la rabbia della Volalto che con un parziale di 5-0 si porta di nuovo in testa (18-16). Perugia accusa il colpo, cede in ricezione, e consegna il set alle avversarie 25-20.
E’ ancora Caserta all’inizio del quarto set (6-3). Perugia reagisce e raggiunge il pari (10-10) ma la Volalto ha una marcia in più (15-11) soprattutto al servizio che mette in grande difficoltà le magliette nere (21-13) che faticano a costruire azioni vincenti consentendo alle padrone di casa di aggiudicarsi il parziale e andare ad un insperato tie break 25-16.
Sulle ali dell’entusiasmo alla Volalto riesce tutto, mentre la Bartoccini non riesce più a imporre il proprio gioco: 8-2 al cambio di campo, ma in campo ci sono solo le avversarie che vincono set e partita 15-9.
Il commento
“Abbiamo gestito ottimamente i primi due set – commenta Fabio Bovari – ma poi loro sono uscite fuori molto bene, mettendo quella rabbia agonistica che a noi è mancata e che gli ha consentito di mettere la testa avanti. Nel terzo set non abbiamo saputo sfruttare il vantaggio di tre punti e questo ha permesso a loro di riacquistare fiducia mentre noi siamo calate. In settimana analizzeremo meglio la partita per cercare di capire bene cosa non ha funzionato e trovare le giuste contromisure per affrontare le prossime gare”.
GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA – BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA = 3-2
(23-25, 22-25, 25-20, 25-16, 15-9)
CASERTA: Frigo 21, Matuszkova 19, Melli 18, Cella 14, Repice 13, Dalia 6, Maggipinto (L), Ghilardi, Giugovaz, Fucka. N.E. – Trevisiol. All. Marco Bracci.
PERUGIA: Smirnova 27, Pietrelli 14, Pascucci 14, Casillo 10, Kotlar 6, Demichelis 4, Bruno (L), Donà. N.E. – Bigini, Marchi, Santibacci, Gierek, Fastellini. All. Fabio Bovari.
Arbitri: Alessandro Pietro Cavalieri (CZ) ed Enrico Autuori (SA).
VOLALTO (b.s. 10, v. 8, muri 9, errori 10).
BARTOCCINI (b.s. 3, v. 3, muri 5, errori 16).