La Bartoccini Volley fa visita al Sassuolo

Sarà un gennaio di fuoco quello che attende la capolista Bartoccini Gioiellerie Perugia. Si parte con la prima trasferta dell’anno, domenica 6 gennaio al Pala Canovi (inizio alle ore 17), dove le magliette nere incontreranno la Canovi Coperture 2000 Sassuolo. Penultima gara della Regular Season per le perugine che, reduci da due brillanti vittorie consecutive (contro San Marignano e Marsala) e con la certezza matematica dell’accesso alla Pool Scudetto, vorranno continuare il filotto positivo per accumulare punti utili per la fase successiva. La formazione modenese occupa, attualmente, il quinto posto in classifica, viene da due sconfitte consecutive e vede avvicinarsi pericolosamente la squadra ravennate che, a tre giornate dalla fine del girone di ritorno, potrebbe ottenere i punti necessari a scalzare Sassuolo dall’ultima posizione utile per l’accesso alla Pool Scudetto. All’andata, al PalaBarton, le ragazze di Fabio Bovari, sotto di 2 set a 1, riuscirono a ribaltare l’incontro ottenendo un’importantissima vittoria al tie break. Sarà sicuramente anche questo un incontro per cuori forti, dove entrambe le formazioni faranno di tutto per aggiudicarsi la posta piena. In particolare la Bartoccini vorrà sicuramente mantenere la testa della classifica e arrivare sulle ali dell’entusiasmo al 13 gennaio dove, al PalaBarton, si giocherà in gara secca, i quarti di finale di Coppa Italia contro l’Itas Città Fiera Martignacco. Per poi concludere il girone di ritorno, la domenica successiva in casa, in uno scontro al vertice contro la Delta Informatica Trentino, e a seguire il turno di riposo, prima di rituffarsi nella seconda fase del campionato che decreterà l’accesso alla serie A1. Per quanto riguarda le formazioni, Fabio Bovari non dovrebbe fare variazioni di sorta, con Demichelis a smistare il gioco e la russa Smirnova sulla sua diagonale, in posto quattro capitano Pietrelli e Giulia Pascucci mentre al centro dovrebbe ritornare stabile Luisa Casillo con Chiara Lapi. A dirigere la difesa l’insostituibile Eleonora Bruno. Enrico Barbolini dovrebbe confermare Galletti in cabina di regia in diagonale con Obossa, al centro Crisanti e Squarcini, in posto quattro Provaroni e Joly con libero Carolina Zardo.