La prima in casa da capolista

Finalmente, dopo un mese, la Bartoccini Gioiellerie Perugia torna a giocare tra le mura amiche del PalaBarton (ultima in casa l’11 novembre contro il Sassuolo). Ad insidiare la capolista sarà il Cuore di Mamma Cutrofiano che arriva a Perugia (fischio d’inizio domenica alle ore 17) sulle ali dell’entusiasmo del secco 3-0 inflitto al Sassuolo domenica scorsa. Ed è lo stesso Fabio Bovari a commentare questi risultati che, agli occhi di un profano, potrebbero apparire… strani. “E’ vero che Perugia arriva a questo incontro da prima in classifica, ma non scordiamoci che la Bartoccini è sempre stata tra le prime – afferma il coach perugino – E’ comunque difficile, quando sei lì in alto, mantenere la testa della classifica, in un girone nel quale non è facile identificare delle formazioni leader e non ci sono le cosiddette ‘squadre materasso’; quindi ogni partita presenta sempre delle grosse insidie non solo per noi ma anche le nostre dirette avversarie. Il fatto che le squadre che attualmente occupano un’alta posizione in classifica come noi, domenica scorsa abbiano perso (Sassuolo e Marignano) e noi fuori casa abbiamo portato a casa due punti importantissimi, dimostra ancora di più la qualità del risultato che abbiamo ottenuto. Ma ancora di più dimostra che il campionato del Girone B è veramente il campionato più difficile, dove non ci sono ‘prime della classe’ e non ci sono ‘seconde della classe’, ma ci sono otto squadre che si giocano alla pari l’accesso alla Pool scudetto”. E anche Cutrofiano inizia a sentire il profumo della Pool scudetto, arrivando ad insidiare il quinto posto di Torino e Ravenna, e sicuramente a Perugia cercherà di guadagnare altri punti. Ma la Bartoccini si è dimostrata squadra coriacea, che sa reagire alle situazioni che la vedono in difficoltà, e in queste due gare casalinghe (domenica prossima arriva Montecchio) vorrà cementare il primo posto in classifica senza subire distrazioni. Differenti i due ruolini di marcia: la Bartoccini Volley, nelle tre gare giocate in casa, ha sempre vinto, mentre Cutrofiano in esterna non è mai riuscito a prevalere. Per quanto riguarda le formazioni, il sestetto iniziale della Bartoccini dovrebbe essere quello oramai consolidato, con Demichelis in cabina di regia e opposta la russa Smirnova, alle bande capitano Pietrelli e Pascucci, in posto tre Casillo e Lapi e a guidare la difesa il libero Bruno. Antonio Carratù, coach delle pugliesi, dovrebbe confermare il sestetto che ha battuto il Sassuolo, con Saveriano in palleggio e la statunitense Lutz opposta, Lotti e Moneta alle bande, Antignano e Manzano in posto tre, Barbagallo libero.