La Bartoccini espugna Ravenna

Sono occorse oltre due ore di gioco per decretare la vincitrice tra la Olimpia Teodora Ravenna e la Bartoccini Gioiellerie Perugia. Un tie break finale (22-25, 25-17, 20-25, 25-23, 11-15) dopo che Perugia sembrava poter portare a casa l’intera posta. Ma questo è il bello della pallavolo: non si deve mai dare nulla di scontato. Ravenna più volte è riuscita a ribaltare il punteggio mettendo le magliette nere alle corde, e solo con la grinta e il cuore le perugine si sono imposte su una formazione coriacea che, sicuramente, metterà in seria difficoltà qualunque formazione. Grazie alle sconfitte del Sassuolo e di Marignano, Perugia mantiene la testa della classifica con 20 punti, inseguita da Trento a 18.
La cronaca
Sestetto “titolare” mandato in campo da Fabio Bovari, con Demichelis in diagonale con Irina Smirnova, Giulia Pascucci e Giulia Pietrelli schiacciatori ricevitori, al centro Luisa Casillo e Chiara Lapi mentre il libero è Eleonora Bruno. Primo set molto combattuto, che si risolve solo nel finale. Partenza contratta della Bartoccini e ne approfitta Ravenna per portarsi subito avanti (13-9). Perugia però ha il merito di non disunirsi e con due muri consecutivi si porta in parità (16-16). Le due difese giocano molto bene rendendo molto lunghi gli scambi fino al 22 pari quando Casillo e Pascucci mettono a terra i palloni che portano alla chiusura del set (22-25).
Il secondo set è a conduzione unica. Parte subito forte Ravenna (9-5) e la Bartoccini non riesce più a recuperare il gap iniziale. Anche l’ingresso di Catena per Pascucci sul 15-10 non porta effetti positivi. Perugia molto confusionaria e disattenta su molti palloni che vengono letteralmente regalati alle avversarie. Un timido tentativo di recupero sul finale (21-16) ma è solo un fuoco di paglia e la Teodora porta a casa tranquillamente il parziale (25-17).
Il terzo set imbocca binari diversi; Bovari conferma Catena al posto di Pascucci. Perugia prende il volo portandosi sul 2-7. Ravenna reagisce e recupera con un parziale di +5 (7-8). Entra Kotlar al posto della Lapi e le sue battute insidiosissime riportano avanti le magliette nere (7-11). Perugia gioca con intelligenza puntando a fare punti sul cambio palla e porta tranquillamente a buon fine il parziale (20-25).
Quarto set con Perugia che parte bene (3-7) ma si fa rimontare da una Teodora mai doma (8-10). Nonostante un gioco non sempre limpido la Bartoccini sembra poter condurre il set, ma sul 13-16 black-out delle magliette nere che prendono un parziale di +6 (19-16). Ravenna ci crede e si porta sul 24-20; a questo punto reagisce la Bartoccini ma nel momento più importante (24-23) spreca tre attacchi per pareggiare e consegna il parziale alle padrone di casa (25-23).
Tie break finale, con la Bartoccini che subito impone un break (3-7) che, alla fine, risulterà incolmabile per Ravenna. Nonostante il tentativo di rimonta (8-10) le ragazze di Fabio Bovari mantengono la calma e, punto su punto, costruiscono la vittoria del set e dell’incontro (11-15).
Il commento
“Brava Ravenna, che aveva studiato bene la partita – è il commento di Fabio Bovari a fine gara – Noi per la prima volta abbiamo avuto qualche difficoltà a mettere giù palla da posto 4. E’ successo solo in questa occasione, ma per fortuna i cambi che avevamo hanno consentito di riorganizzare il gioco e soprattutto le idee. Questo ha contribuito sicuramente alla vittoria”
CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA – BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA = 2-3
(20-25, 25-17, 20-25, 25-23, 11-15)
RAVENNA: Bacchi 19, Gioli 17, Mendaro Leyva 14, Aluigi 14, Torcolacci 12, Agrifoglio 2, Calisesi 2, Rocchi (L), Ubertini. N.E. – Lombardi, Vallicelli. All. Nello Caliendo e Francesco Guarnieri.
PERUGIA: Smirnova 20, Casillo 17, Lapi 12, Pascucci 9, Pietrelli 5, Demichelis 5, Bruno (L1), Catena 11, Kotlar, Santibacci (L2). N.E. – Marchi, Gierek. All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
Arbitri: Michele Marotta (FI) ed Antonio Licchelli (RE).
CONAD (b.s. 8, v. 3, muri 18, errori 11).
BARTOCCINI (b.s. 8, v. 3, muri 15, errori 8).