La Bartoccini affonda San Marignano

Non ci sono aggettivi per descrivere la grande vittoria della Bartoccini Gioiellerie Perugia contro l’Omag San Giovanni in Marignano. Un 3-1 (25-22, 27-25, 18-25, 25-12) che consente alle magliette nere, visti i risultati sugli altri campi, di tornare in testa solitarie in classifica. Un 3-1 dove le ragazze di Fabio Bovari hanno imposto la loro classe, la loro esperienza, la loro voglia di riscatto dopo la scialba prova di Torino. Una vittoria di squadra, dove tutte hanno contribuito al risultato finale e, in particolare, con una Chiara Lapi imbattibile sotto rete (16 punti con un 61% in attacco). E sabato sera (con inizio alle 20.30) si torna al PalaBarton dove arriva la Sigel Marsala.
La cronaca
Ancora alle prese con qualche infortunio, Fabio Bovari vara una formazione con Demichelis in diagonale con Irina Smirnova, Giulia Pascucci e Giulia Pietrelli schiacciatori ricevitori, al centro Giulia Kotlar e Chiara Lapi mentre il libero sarà Eleonora Bruno.
Un primo set da incorniciare per entrambe le squadre, che però Perugia è riuscita a portare a casa. Parte bene la Bartoccini (8-5) che tenta un primo allungo (10-6) ben rintuzzato dalla formazione ospite (13-13). Le difese la fanno da padrona, con scambi lunghi ed entusiasmanti. Perugia tenta più volte il break decisivo e sul 24-22 è Chiara Lapi (MVP) a stampare in campo avversario una veloce al centro (25-22).
Secondo set che segue la falsariga del primo (9-9) con le due squadre che procedono appaiate punto su punto fino alla fine del parziale con i vantaggi; San Marignano spreca due set ball cosa che invece la Bartoccini non fallisce al suo primo tentativo (27-25). Parte subito forte la formazione ospite all’inizio del terzo set (1-4) ma Perugia recupera e si riporta in parità (9-9). La Bartoccini inizia a commettere troppi errori e ne approfitta la formazione romagnola per allungare (10-15). Perugia si disunisce e per l’Omag è gioco facile portare a casa il set (18-25).
Quarto set con inizio altalenante (6-6) fino a quando la Bartoccini individua Erin Fairs come anello debole in ricezione di San Marignano. Bersagliata dalle battute delle perugine, la statunitense va nel pallone e consegna punti alle avversarie (14-7). Gioca in scioltezza la squadra di casa trascinata da una Lapi in formato super (16 punti con un 61% in attacco), rendendo vani tutti i tentativi di recupero di San Marignano e portando a casa set e partita (25-12).
Il commento
La domanda a coach Bovari è d’obbligo: da Torino a oggi, cosa è cambiato? “Determinazione, convinzione, capacità dei propri mezzi e, soprattutto, un risveglio di quello che era l’orgoglio nostro. Sapevamo che a Torino avremmo faticato… una palestra un po’ particolare, con delle luci particolari, dove tutte le squadre si sono trovate in difficoltà, anche se noi non abbiamo di certo giocato la nostra partita migliore. Qui invece, a casa nostra, di fronte al nostro pubblico, abbiamo imposto il nostro gioco a una formazione che è una delle prime della classe. E per questo c’è ancora più soddisfazione e gioia per questo bellissimo risultato”.
IL TABELLINO
BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA – OMAG SAN GIOVANNI IN MARIGNANO = 3-1
(25-22, 27-25, 18-25, 25-12)
PERUGIA: Smirnova 21, Lapi 16, Pascucci 13, Kotlar 6, Pietrelli 6, Demichelis 1, Bruno (L), Gierek. N.E. – Casillo, Marchi, Fastellini, Santibacci. All. Fabio Bovari.
SAN GIOVANNI IN MARIGNANO: Manfredini 15, Saguatti 13, Fairs 11, Lualdi 11, Caneva 4, Battistoni, Gibertini (L1), Mazzotti, Guasti, Casprini, Gray. N.E. – Pinali, Mandrelli (L2). All. Stefano Saja.
Arbitri: Serena Salvati (RM) e Luca Grassia (RM).
BARTOCCINI (b.s. 7, v. 5, muri 11, errori 23).
OMAG (b.s. 13, v. 4, muri 5, errori 19).