La Bartoccini sconfigge la capolista Sassuolo

L’avevamo definito un incontro per palati fini e cuori forti. E così è stato. La Bartoccini Gioiellerie Perugia sconfigge, al PalaBarton, la Canovi Sassuolo per 3-2 (25-12, 22-25, 23-25, 26-24, 15-12) nell’anticipo della settima giornata del girone di andata del campionato di serie A2 femminile. Si sono affrontate le prime due in classifica e Perugia ha avuto il merito di non scoraggiarsi quando le cose non andavano bene e di crederci sempre. Trascinata da una Michela Catena in grande spolvero (per lei 13 punti alla fine) e da scelte tecniche-tattiche azzeccate, la formazione perugina ha dimostrato di essere, senza ombra di dubbio, una delle protagoniste del campionato.
La cronaca
Squadra vincente non si cambia e Fabio Bovari conferma il sestetto uscito vittorioso contro Marsala, con Demichelis in diagonale con Irina Smirnova, Giulia Pascucci e Giulia Pietrelli schiacciatori ricevitori, al centro Luisa Casillo e Chiara Lapi mentre il libero sarà Eleonora Bruno. Risponde Barbolini con Lancellotti in palleggio in diagonale con Obossa, al centro Crisanti e Squarcini. Le attaccanti di posto quattro sono Bordignon e Joly mentre il libero è Zardo.
Parte subito forte la Bartoccini nel primo set costringendo subito il coach avversario a chiedere time out (4-1). Perugia continua a macinare gioco e punti: 11-5, 13-6, 18-9 fino al 21-10 con un muro di Pietrelli e la pipe di Pascucci. Smirnova incrementa ancora, ma è Giulia Pascucci a chiudere il primo parziale 25-12.
Secondo set che vede le due formazioni procedere appaiate fino all’8 pari, quando la Canovi allunga portandosi sul 10-13. Due punti di Smirnova riportano le formazioni in parità. Da qui inizia il festival degli errori di Perugia che consente al Sassuolo di volare (17-23). Ancora due punti di Smirnova riavvicinano le due formazioni ma la Canovi tiene i nervi saldi e porta il set a casa 22-25.
Parte subito con un break il Sassuolo nel terzo set (5-7) e l’allungo è potente fino ad arrivare a +5 (10-15). Ma Perugia non molla e rimane attaccata alla formazione ospite fino al 20 pari con un muro di Casillo. Ancora + 2 per il Sassuolo, ma ci pensano Pascucci e Casillo a riportare le formazioni sul 23 pari. L’opposta della Canovi sale in cattedra e sigla la chiusura del set 23-25.
Entra in campo più convinta nel quarto set la Bartoccini e impone subito un break alla formazione ospite (5-2) ma il Sassuolo non molla e su un errore in ricezione della formazione di casa si riporta in vantaggio (11-10). E’ Michela Catena a suonare la carica con tre punti consecutivi suggellati da un muro di Smirnova (19-17). Reagisce la Canovi (19-20) ma Casillo e Catena riportano la Bartoccini a +1 (23-22). Finale al cardiopalma che però Perugia riesce a chiudere 26-24 e andare al tie break.
Ed eccolo il tie break per cuori forti. Parte bene Sassuolo (0-2) ma Perugia recupera (5-5). Formazioni che procedono appaiate con scambi interminabili ma di grande spessore, con le difese che non fanno cadere palla a terra. Ma dal 9 pari sale in cattedra Michela Catena (13-9). La Bartoccini sente l’odore della vittoria ma deve ricacciare il tentativo di rimonta della Canovi (13-11). E’ ancora la numero 13 umbra, eletta mvp della partita, a mettere a terra il punto della vittoria: 15-12.
Il commento
“Sono contentissima – ha commentato Michela Catena – perché questa era una partita difficilissima contro una squadra molto forte. Questa è la dimostrazione che la squadra è fondamentale: siamo tutte importanti e tutte possiamo dare sempre il nostro contributo per la vittoria della squadra”.
Anche Fabio Bovari ha voluto sottolineare la coesità del gruppo: “Sapevamo che loro venivano da tante vittorie con l’unico stop contro Ravenna. Era uno scontro al vertice e l’abbiamo interpretato come dovevamo farlo. Sapevo che potevo contare su tutte le ragazze, anche su quelle che fino ad ora hanno giocato di meno. Ha vinto il gruppo”.
Ma, aggiungiamo noi, è una vittoria delle scelte tecniche-tattiche di Fabio Bovari, per la lucidità tenuta nei momenti concitati e per le scelte fatte nel momento giusto.
BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA – CANOVI COPERTURE NOLO 2000 SASSUOLO = 3-2
(25-12, 22-25, 23-25, 26-24, 15-12)
PERUGIA: Pascucci 19, Smirnova 16, Casillo 9, Demichelis 4, Lapi 6, Pietrelli 5, Bruno (L1), Catena 13, Kotlar 3. N.E. – Gierek, Marchi, Santibacci (L2). All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
SASSUOLO: Obossa 24, Joly 10, Squarcini 10, Crisanti 4, Lancellotti 3, Bordignon 2, Zardo (L), Provaroni 15, Galletti 1, Gatta 1, Bici. N.E. – Martinelli. All. Enrico Barbolini e Tommaso Zagni.
Arbitri: Rosario Vecchione (SA) e Davide Morgillo (SA).
BARTOCCINI (b.s. 12, v. 4, muri 13, errori 16).
CANOVI (b.s. 16, v. 4, muri 10, errori 20).