La Bartoccini a mani vuote da Olbia

La Bartoccini Gioiellerie Perugia ritorna a mani vuote da Olbia dopo quasi due ore di partita, giocata sempre in equilibrio e molto combattuta soprattutto negli ultimi due set. Le magliette nere hanno lottato fino alla fine ma le padrone di casa hanno avuto la meglio sempre sul filo del rasoio vincendo l’incontro per 3-1, disputato sul parquet del GeoPalace e valido per la settima giornata di ritorno del campionato nazionale di pallavolo di serie A2 femminile. Perugia scende in campo con Mazzini, Lotti, Zuleta, Repice, Pascucci, Tomic e Giampietri come libero; mentre Olbia con Barazza, Soos, Uchiseto, Bartolini, Spinello, Melli e Barbagallo come libero. La partita inizia subito in equilibrio con le perugine che si portano avanti sul 7-11. Si prosegue con Olbia che cerca di ricucire lo strappo e riesce nella sua impresa ribaltando il vantaggio solo sul 15-14. Il match continua punto su punto ma poi le padrone di casa riescono a portarsi a +3 (19-16). Perugia non cede e Lotti accorcia a -2 (19-17). Sul punteggio di 22-18 coach Bovari chiama il time out ma a poco serve. Le padrone di casa riescono ad imporsi per 25-20 e a controllare il gioco di due delle bocce di fuoco perugine: Pascucci e Tomic. In questo parziale la migliore realizzatrice in campo è stata Repice con 4 punti, seguita da Zuleta e Lotti con 3 e da Tomic e Pascucci con 2. Nel secondo set Olbia parte subito bene (4-2) ma poco dopo la Bartoccini, con Repice al servizio, inverte l’andamento della partita portando il punteggio sul 4-5. Zuleta segna il sesto punto ed il muro perugino funziona per il 5-7. Olbia non ci sta e pareggia ma Pascucci mette a terra la palla del + 1 (7-8) e Zuleta mura ancora per il +2 (7-9). La partita prosegue con la Bartoccini in avanti fino al 12 pari quando, una schiacciata di Uchiseto, inverte in vantaggio e porta il punteggio sul 13-12. Coach Fabio Bovari chiama il time out, un break utile in quanto, di ritorno in campo, le bocche di fuoco di Fiore e Pascucci, unite ad un muro vincente, segnano il 15 pari. Si prosegue punto su punto fino a quando Olbia allunga a + 4 (24-20) e chiude secca il parziale sempre per 25-20. Nel terzo set Olbia parte di nuovo avanti (3-1) ma Perugia pareggia e Fiore con un pallonetto la porta in avanti (3-4). E’ ancora la schiacciatrice mancina a siglare il quinto punto e Zuleta il successivo (4-6). Poco dopo un altro muro vincente della giocatrice colombiana tiene la Bartoccini in avanti (5-7). Si gioca punto a punto fino all’11 pari. Perugia ci prova ancora e passa in vantaggio (11-13) ma Olbia riporta il match in equilibrio (13-13). La Bartoccini non demorde e si riporta avanti di nuovo e, con un attacco vincente si Lotti, arriva al + 3 (13-16). Coach Giangrossi chiama il time out. Di ritorno in campo il capitano Barazza incita le sue e si torna in parità (16-16). Zuleta non ci sta ed interrompe il parziale olbiese, subito seguita da Fiore che segna altri preziosi punti fino al 22-24. Olbia non cede ed annulla le due palle set. Si prosegue sul filo dell’equilibrio (25-25) ma Perugia cerca la vittoria. Fiore conquista la quarta palla set e Lotti segna il punto decisivo (25-27). Il quarto set riparte sul filo della parità (3-3). Perugia si porta avanti fino al 3-6 ed Olbia chiama il time out, che interrompe la serie positiva umbra. Ma la Bartoccini è carica e Pascucci con un lungo linea riporta il vantaggio a + 3 (4-7). Zuleta con il suo muro vincente sigla l’ottavo punto perugino e Pascucci replica per il 6-9. Poi è ancora Lotti, con un pallonetto, a tenere avanti Perugia sul punteggio di 7-10 e 8-11. Un ottimo ace di Fiore fa salire il vantaggio sul + 4 (8-12) ma Olbia non ci sta e recupera. Sull’11-12 coach Bovari chiama il time out. Di ritorno in campo, dopo un lungo scambio, le padrone di casa riagguantano la parità (12-12). La partita prosegue in equilibrio ma il muro di Pascucci segna un altro + 2 (13-15). Subito dopo è la stessa Giulia ad allungare sul + 3 (14-17). Sul punteggio di 15-19 Giangrossi chiama il time out ma di ritorno in campo è sempre Perugia ad avere la meglio siglando il + 5 (15-20). Fiore schiaccia per il 21esimo punto e capitano Fiamma Mazzini, durante una lunga azione, sorprende e segna il 22esimo (17-22). Olbia non cede e sul 21-23 coach Bovari chiama il time out. La partita prosegue concitata con le padrone di casa che ritrovano la parità. Decisiva è Lotti che, con un pallonetto, porta Perugia di nuovo in avanti ma Olbia pareggia. Si prosegue fino al 25-25, subito dopo le padrone di casa riescono ad imporsi e chiudere con il punteggio di 27-25. Anche le percentuali finali denotano l’equilibrio della partita con Olbia al 44% in attacco contro il 36% della Bartoccini ma al 47% in ricezione contro il 56% delle magliette nere. La migliore realizzatrice perugina è stata Giulia Pascucci che ha chiuso con 19 punti, Lorena Garcia Zuleta con 14 seguita da Emanuela Fiore con 13. Bene anche Silvia Lotti con 10. Il campionato osserverà una settimana di riposo. La Bartoccini tornerà in campo giovedì 22 febbraio alle 20.30, al PalaEvangelisti arriverà la Battistelli SG Marignano.
GOLEM OLBIA – BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA = 3-1
(25-20, 25-20, 25-27, 27-25)
OLBIA: Melli 22, Uchiseto 18, Bartolini 13, Barazza 13, Soos 7, Spinello 1, Barbagallo (L), Murru 2, Iannone 2, Simoncini, Caboni. N.E. – Cecconello. All. Pasqualino Giangrossi.
PERUGIA: Pascucci 19, Garcia Zuleta 14, Lotti 10, Repice 6, Tomic 3, Mazzini 1, Giampietri (L), Fiore 13, Kotlar 6, Rimoldi. N.E. – Mancinelli, Barbolini. All. Fabio Bovari.
Arbitri: Luca Grassia (RM) e Roberto Pozzi (AL).
GOLEM (b.s. 11, v. 5, muri 11, errori 9).
BARTOCCINI (b.s. 6, v. 5, muri 11, errori 18).