Un punto da Milano

La Bartoccini Gioiellerie Perugia ci mette il cuore e tanta grinta ma riporta solo un punto da Milano dopo una partita durata oltre due ore contro il Club Italia Crai. Ma nulla da recriminare. Qualche errore c’è stato, soprattutto in attacco, ma la Bartoccini che si è vista sul campo del centro federale “Donato Pavesi” ha saputo esprimere tante cose buone, di buon auspicio per il proseguo del campionato nazionale di A2, giunto alla sua prima giornata di ritorno. Le due squadre hanno disputato una partita equilibrata sotto tutti i punti di vista. La Bartoccini Gioiellerie Perugia scende in campo con Rimoldi, Pascucci, Garcia Zuleta, Fiore, Lotti, Repice e Giampietri nel ruolo di libero mentre le padrone di casa schierano Morello, Nwakalor, Fahr, Lubian, Pietrini, Mangani e De Bortoli libero. Il primo set comincia da subito sui binari dell’equilibrio fino all’8-8 quando Lotti sigla il nono punto che apre un break che porta le perugine a +4 (10-14). Coach Massimo Bellano chiede il time out ma poco cambia. Perugia continua a fare pochissimi errori in attacco, Pascucci prima e Repice poi portano il vantaggio sul + 6 (13-19). Bellano richiama il time out e le azzurrine accorciano le distanze sul 18-19. Entrano Mazzini e Puchaczewski, escono Fiore e Rimoldi. Il Club Italia riaggancia Perugia dal 19-19 al 22-22. Rientrano Fiore e Rimoldi e riescono Mazzini e Puchaczewski. Subito dopo è proprio la giovanissima regista che, con un ace, riporta la Bartoccini sopra (22-23) e apre la strada alla vittoria del set di Perugia per 22-25. Il secondo set vede l’ottima Zuleta, alla fine la migliore in campo per le umbre con 18 punti e ben 9 muri punto, mettere la prima palla a terra per la Bartoccini ma il Club Italia macina punti portandosi a + 3 (6-3). Lotti trova il punto vincente ed accorcia (6-4), seguita da Pascucci che continua a cercare di recuperare terreno (7-5). Lubian riallunga ma Zuleta riaccorcia fino al 9-7. Segue un lungo break del Club Italia che si porta a + 5 (12-7). Esce Pascucci entra Barbolini. Zuleta prima, Repice, Lotti e Pascucci poi riportano la Bartoccini a -1 (15-14). Un break che porta coach Bellano a chiamare il time out. Di ritorno in campo poco cambia. Le due squadre si equivalgono fino al 18-18. In questo frangente funzionano bene gli attacchi di Pascucci e Zuleta. Le azzurre però non ci stanno e si riportano avanti per 20-18. A questo punto è coach Fabio Bovari a chiamare il time out. Subito dopo è Fiore che cerca di contenere il vantaggio delle avversarie accorciandolo a – 4 (24-20). Anche Mazzini dice la sua con un ace in battuta ma alla fine il Club Italia chiude per 25-22. Il terzo set si parte con Rimoldi in battuta e con Zuleta che regala il primo vantaggio 0-1. Le padrone di casa si portano sul 2-1, ma la mancina Fiore riporta i conti in parità (2-2). Il Club ingrana la quinta e si porta sul 6-3 e procede avanti fino al ritorno della Bartoccini che ferma il punteggio sull’11-11. Si ritorna a giocare punto su punto con Fiore che realizza tre attacchi vincenti consecutivi (12-14). Il Club Italia recupera e passa in vantaggio 15-14. Turco sbaglia in battuta (15-15) ma fa lo stesso Fiore (16-15), prima di uscire insieme a Rimoldi facendo entrare Mazzini e Puchaczewski. Perugia sfodera di nuovo tre attacchi in prima linea e ritorna in parità con Lotti. Subito dopo la Bartoccini passa in vantaggio per 17-18 dopo un break di tre servizi sempre di Lotti. Coach Massimo Bellano chiama il time out ed il Club Italia rientra in campo e pareggia con un attacco in diagonale stretta. Si prosegue fino al 19-20 quando coach Bovari fa rientrare Fiore e Rimoldi ed uscire Mazzini e Puchaczewski. Ed è proprio la mancina a trovare il 22esimo punto e trascinare le compagne sul + 4 (19-23). Si rifanno sotto le azzurre e sul 21-23 coach Fabio Bovari chiama time out discrezionale. Subito dopo un errore in battuta del Club Italia regala il 24 punto a Perugia ed un attacco vincente di Fiore chiude il terzo set per 21-25. In questo parziale la differenza in campo l’ha fatta l’attacco con il 25% per il Club ed il 35% per la Bartoccini. Molto combattuto anche il quarto set. Fiore segna il primo punto per Perugia seguito da un ace di Pascucci (0-2). La Bartoccini prosegue in avanti con le padrone di casa sempre alle costole. In attacco Repice sigla il 3-6 e replica per il 3-7. Subito dopo è la stessa Pascucci che trova il + 4 (4-8). Il Club si rifà sotto ed accorcia a -2 (6-8) ma poi sbaglia la battuta e la Bartoccini ritorna a +3 (6-9). Le padrone di casa forzano l’attacco ma sbagliano e il risultato si staziona sul 7-11. Subito dopo il Club Italia si rifà sotto ed il punteggio ritorna in parità (12-12). Time out per coach Fabio Bovari. In ritorno in campo la buona combinazione muro difesa porta le padrone di casa avanti (14-12) ma dopo una lunga azione il muro vincente di Repice riporta Perugia sotto (14-13). Entrano Mazzini e Puchaczewski, escono Fiore e Rimoldi. Repice non demorde e con un lungolinea sigla il 15-14. Il Club Italia, trascinato da Turco subentrata a Morello, si porta a + 4 (18-14), ma Perugia non ci sta e si rifà sotto (18-16). Repentina è la reazione delle azzurrine che continuano a macinare punti (21-16). Esce Pascucci entra Barbolini, subito dopo rientrano Rimonldi e Fiore (escono Mazzini e Puchaczewski). Le azzurre allungano a + 6 (23-17) mentre esce Lotti ed entra Mancinelli. Sul 24-17 coach Fabio Bovari chiama il time out. Perugia rientra in campo e non molla, Zulela segna il 24-18 ma sul 25-19 si chiude il set. Anche in questo caso la differenza in campo l’ha fatta l’attacco (36% per il Club, 19% per la Bartoccini). Si va al tie-break che comincia con un pallonetto vincente di Fiore che porta il primo punto del set (0-1). Le azzurrine pareggiano subito con un muro ma Zuleta riporta la Bartoccini in avanti (1-2). Si torna in parità ma la Bartoccini con un paio di azioni ed un muro vincente di Rimoldi si porta sul + 2 (2-4). Perugia resta in avanti e con Repice va al +3 (3-6). Coach Bellano chiama il time out. Di ritorno in campo il Club Italia riporta il punteggio in parità tanto che questa volta è Bovari a chiedere di fermare il gioco. Subito dopo un attacco vincente di Pascucci porta le perugine sul 6-7 ma il Club Italia ristabilisce la parità (7-7). Decisiva è Zuleta che mette palla a terra riporta la Bartoccini in avanti per il cambio campo (7-8). Subito dopo è Pascucci che passa sopra le mani del muro avversario e sigla il 7-9. Le padrone di casa non ci stanno e ristabiliscono ancora una volta la parità, per poi passare avanti murando l’attacco di Fiore (10-9). Ma la mancina perugina schiaccia di nuovo e segna (10-10). Purtroppo sul 12-10 esce Pascucci con un dolore al piede ed entra Barbolini. Il Club Italia si porta a + 4 (14-10) ma Fiore non cede e trova l’11esimo punto. Esce Zuleta ed entra Mancinelli ma l’incontro si chiude subito con il capitano Marina Lubian che sigla la vittoria finale sul punteggio di 15-11. Coach Fabio Bovari come ha giocato la tua squadra? “La correlazione muro difesa ha funzionato molto meglio: abbiamo toccato molti palloni, fatto parecchi punti a muro diretti ma soprattutto è stata una qualche cosa che ci ha permesso di giocare un tie-break con una squadra che fisicamente è molto dotata. La situazione invece si complica nel momento in cui andiamo a verificare la capacità e l’efficienza in attacco dove ancora abbiamo difficoltà a mettere palla a terra. Nel complesso la Bartoccini è una squadra è viva. Ci ha messo il cuore e ha giocato per cercare di riportare a casa il risultato ma che poi si è dovuta accontentare di un punto. Ma per me la partita di oggi non si chiude con due punti persi ma con uno trovato. La squadra non ha mai mollato – conclude Bovari – ma ha provato fino alla fine a fare quello che doveva per cercare di vincere”
CLUB ITALIA CRAI MILANO – BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA = 3-2
(22-25, 25-22, 21-25, 25-19, 15-11)
CLUB ITALIA: Pietrini 19, Nwakalor 18, Lubian 14, Fahr 9, Mangani 4, Morello 1, De Bortoli (L), Omoruyi 6, Malual 2, Turco 3, Cortella. N.E. – Tonello, Bulovic, Fucka. All. Massimo Bellano.
PERUGIA: Garcia Zuleta 18, Fiore 14, Pascucci 13, Lotti 12, Repice 8, Rimoldi 2, Giampietri (L), Mazzini 1, Puchaczewski, Mancinelli, Barbolini. N.E. – Kotlar. All. Fabio Bovari.
Arbitri: Pierpaolo Di Bari (BR) e Giuseppe De Simeis (LE).
CRAI (b.s. 11, v. 2, muri 17, errori 23).
BARTOCCINI (b.s. 12, v. 5, muri 15, errori 20).