Minati Veronica

Una Tuum non impeccabile trova lo stop a Ravenna

Niente da fare per la Tuum Perugia che nello scontro diretto lontano dalle mura amiche viene superata e deve rimandare ancora una volta la prova di maturità. Quasi una maledizione per le magliette nere questa zona play-off, la quarta posizione della classifica di serie B1 femminile faticosamente riconquistata la settimana scorsa sfuma nuovamente. Il rammarico c’è per la sconfitta contro la Cmc Olimpia Ravenna perché al termine di una battaglia durata quattro set e quasi due ore la differenza di punti messi a segno è stata solo di due punti. Come capita spesso in una gara tra due avversarie dirette c’è stato equilibrio nei valori in campo e le prestazioni sono state simili, con i dettagli che hanno pesato in maniera decisiva. Sono stati forse gli errori l’ancora delle perugine che nella prima frazione di gioco ne hanno commessi addirittura nove, vanificando i due tentativi di fuga che grazie al muro, cinque vincenti, erano riusciti a portare sul 13-18. Allo sprint le ospiti cedono di un soffio. Il contraccolpo è pesante e nel secondo set le padrone di casa ne approfittano per scappare (5-1), Porzio e Minati scalfiscono la corazza avversaria e riducono il ritardo ma senza mai riuscire a concludere la rimonta e sul 16-14 la forbice torna ad allargarsi per opera di Benazzi che allunga e rincara la dose. Nel terzo parziale le rivali lottano spalla a spalla fino al 12-12, momento nel quale le ospiti trovano il break con l’ingresso di Puchaczewski che, insieme a capitan Porzio, scavano il solco lasciando letteralmente di stucco le rivali che non reagiscono ed andando ad accorciare le distanze. Il quarto periodo è guidato inizialmente dalle umbre che fanno leva sull’efficacia d’attacco di Catena e Porzio (12-14), Rossini sale al servizio e propizia cinque punti consecutivi alle romagnole che poi consolidano il margine con l’incontenibile Babbi e vanno a trionfare.
CMC OLIMPIA RAVENNA – TUUM PERUGIA = 3-1
(25-23, 25-19, 14-25, 25-20)
RAVENNA: Babbi 20, Benazzi 13, Assirelli 10, Neriotti 10, Rossini 8, Lancellotti 2, Panetoni (L), Peretto 4, D’Aurea, Laghi, Bandini. N.E. – Dametto. All. Marco Breviglieri e Simone Bendandi.
PERUGIA: Catena 18, Porzio 15, Minati 11, Cruciani 6, Martinuzzo 5, Stincone 4, Chiavatti (L1), Puchaczewski 7, Fastellini 1, Gorini. N.E. – Ragnacci, Mearini, Gaggiotti, Santibacci (L2). All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
Arbitri: Stefano Bosio ed Alessandro Falavigna.
CMC (b.s. 10, v. 6, muri 10, errori 9).
TUUM (b.s. 8, v. 6, muri 10, errori 14).