Ragnacci-Catena (muro)

La Tuum non riesce nell’intento e cade ad Orvieto

Boccone amaro per la Tuum Perugia che nel confronto esterno di serie B1 femminile ha fallito l’assalto alla capolista, manifestando un rendimento che in alcuni fondamentali è stato altalenante. È stata la seconda linea a non reggere l’urto avversario, troppe le falle che si sono aperte per fermare l’avanzata di un collettivo che è sembrato crederci di più e qualche isolata iniziativa personale non è bastata. Il tentativo di espugnare il Pala-Papini non riesce, la Zambelli Orvieto gioca bene e sbaglia di meno, riuscendo ad imporsi senza prestare il fianco contro le magliette nere che si sono dimostrate nervose e scomposte in campo. Al fischio d’inizio gli schieramenti sono quelli annunciati, tra le padrone di casa c’è il neo acquisto Ginanneschi ad occupare il ruolo di schiacciatrice mentre Ubertini è impiegata da opposta, scendono in campo le solite giocatrici titolari nel quadrato perugino. La partenza è sprint per le padrone di casa ma i tre punti di ritardo vengono subito rimontati (3-3). Sono gli errori perugini (sette nel parziale d’apertura) a consentire il nuovo allungo alle locali, le magliette nere soffrono in ricezione e sbagliano troppo finendo per perdere contatto (17-10). La reazione è scomposta e dopo qualche apparente risultato coach Bovari prova il doppio cambio, sul 20-14 entrano Puchaczewski e Gorini. La scossa c’è ed il gap si riduce ma la spinta termina sul 22-20 ed è uno a zero per le orvietane. Qualche problema in avvio di seconda frazione consigliano di gettare nella mischia Fastellini per Catena, ma è anche l’attacco che fatica a trovare varchi per mettere palla a terra (9-5). La regista Gorini migliora l’intesa con le nuove compagne ed un suo muro accorcia il divario (10-8). Nella fase centrale manca la precisione e le perugine non approfittano dei regali altrui, lasciando il comando delle operazioni alle locali (19-12). Ancora il doppio cambio nel finale ma senza esiti. Nel terzo frangente di gioco il tema è lo stesso, la ricezione e l’attacco della Tuum non riescono ad incidere ma le due antagoniste restano a stretto contatto di gomito (9-8). Il tentativo di fuga delle avversarie è prontamente bloccato dal turno di servizio di Cruciani ma è anche Catena a trovare soluzioni vincenti (13-13). I passaggi a vuoto continuano ma c’è maggior mordente nel Perugia che trova la risorsa nell’attacco di Minati (19-18). Nel momento decisivo il crollo è fatale.
ZAMBELLI ORVIETO – TUUM PERUGIA = 3-0
(25-21, 25-18, 25-20)
ORVIETO: Montani 12, Guasti 12, Kotlar 10, Ginanneschi 9, Ubertini 7, Valpiani 6, Rocchi (L). N.E. – Mezzasoma, Donarelli, Deanesi, Vujevic, Serafini. All. Matteo Solforati e Giuseppe Iannuzzi.
PERUGIA: Minati 10, Catena 9, Ragnacci 5, Cruciani 4, Porzio 3, Stincone 3, Chiavatti (L1), Puchaczewski 5, Gorini 2, Fastellini 1. N.E. – Tiberi, Mearini, Gaggiotti, Santibacci (L2). All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
Arbitri: Giovanna La Rocca ed Emanuele Renzi.
ZAMBELLI (b.s. 5, v. 7, muri 8, errori 12).
TUUM (b.s. 4, v. 5, muri 6, errori 15).