Minati-Ragnacci Muro

Niente da fare contro San Lazzaro

Si sapeva che poteva essere un test difficile quello che attendeva la Tuum Perugia, ed i pronostici della vigilia non hanno tradito ma nella sconfitta c’è il rammarico di aver regalato quanto meno la prima metà di gara. Per le magliette nere arriva la terza battuta d’arresto stagionale in serie B1 femminile per opera di una buona Coveme San Lazzaro che ha creduto sempre nel risultato sfruttando i riferimenti del suo impianto da gioco. Dopo due stop consecutivi che avevano aperto la crisi, il collettivo felsineo si ritrova e non fallisce l’appuntamento col riscatto che significa tornare a correre per le posizioni migliori del campionato. La caduta esterna fa scivolare in quinta posizione le perugine che sono scavalcate proprio dalle emiliane ed escono così dalla zona play-off, un boccone indigesto da mandare giù in questo periodo di festività che sta per cominciare. La delusione c’è nella dirigenza umbra che aveva creduto per un momento di poter aumentare le distanze dalle inseguitrici ed incalzare la vetta, ma la classifica è ancora corta e la speranza è che le nubi scompaiano e possa tornare il sereno. La buona prestazione di Veronica Minati non basta alle perugine per competere contro una delle formazioni meglio organizzate della categoria, bisognerà convertire la sfortuna e la rabbia accumulata in qualcosa di positivo. La cronaca del match vede le ospiti mai in partita nella prima frazione, nella seconda si vede qualcosa di buono sino al 16-15, ma poi c’è il crollo, nella terza funziona tutto e le distanze vengono ridotte. Il set decisivo è il quarto dove Perugia insegue a lungo ma riesce a trovare l’aggancio sul 21-21, nel finale in volata manca il cinismo ed un pizzico di fortuna, è il muro di Spada a chiudere definitivamente i conti.
COVEME SAN LAZZARO – TUUM PERUGIA = 3-1
(25-12, 25-16, 16-25, 25-23)
SAN LAZZARO: Focaccia 17, Vece 13, Visintini 13, Pinali 13, Spada 7, Forni 1, Galetti (L), Casini 4, Lombardi 1, Migliori. N.E. – Ciccimarra. All. Claudio Casadio e Francesco Guarnieri.
PERUGIA: Minati 20, Catena 11, Porzio 7, Ragnacci 5, Stincone 4,  Cruciani 3, Chiavatti (L1), Fastellini 1, Puchaczewski 1, Di Romano. N.E. – Tiberi, Santibacci (L2). All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
Arbitri: Marina Bucci e Gabriele Pulcini.
COVEME (b.s. 2, v. 8, muri 12, errori 22).
TUUM (b.s. 9, v. 7, muri 8, errori 13).