stincone-ragnacci-muro

La Tuum spreme la Limmi School Volley Bastia

Derby a senso unico nella sesta giornata di serie B1 femminile con la Tuum Perugia che ha messo a segno la quinta affermazione consecutiva ed ha approfittato per consolidare la classifica di vertice. I dubbi della vigilia vengono fugati al fischio d’inizio, tra le ospiti è confermata l’assenza della centrale Martina Tiberi, operata giovedì al legamento crociato anteriore del ginocchio destro dal dottor Ermanno Trinchese. Al suo posto nel sestetto c’è Beatrice Ragnacci che è stata tesserata qualche giorno fa, rientrando a far parte del club di cui era un pilastro nella passata stagione e dal quale si era separata per questi primi mesi della nuova stagione agonistica. Poco ha potuto la Limmi School Volley Bastia colpita ripetutamente ai fianchi dalla potenza di fuoco nemica che ha messo sotto torchio la ricezione e la difesa grazie alla concretezza d’attacco di una Catena dirompente. Tra le padrone di casa parte da titolare la centrale Ceccarelli, mentre resta in panchina inizialmente Nana, due delle giovani più promettenti del club biancoazzurro che si sono alternate in questo avvio di stagione, in campo da opposta Castellucci a rilevare Meniconi. Le perugine partono fortissimo con due attacchi di Catena e due muri di Ragnacci (0-5). La battuta delle ‘gioielliere’ mette in crisi le rivali e sul doppio ace di Cruciani si va alla seconda sosta tecnica sul 6-16. La reazione delle padrone di casa è timida (18% offensivo) e il doppio cambio con Gallina e Meniconi per la diagonale di posto-due sull’11-23 serve a poco. A siglare il vantaggio è un’invasione di Cristina Cruciani. Alla ripresa guadagnano subito qualche break la Tuum che sfrutta ben cinque sbagli altrui per portarsi al comando (5-8). La ex Tosti ed una propositiva Castellucci guidano la riscossa e con una bella sequenza ristabiliscono la parità (11-11). A far ripartire le magliette nere ci pensa Catena (nove palloni a terra) che è incontenibile e propizia il progressivo allungo fino a firmare il raddoppio con una pipe. Nel terzo frangente c’è inizialmente un certo equilibrio (6-6). A rompere gli indugi è il turno di battuta di Porzio che crea problemi nella retroguardia avversaria e permette di acquisire tre lunghezze di margine. Tra le bastiole prova a farsi vedere Cruciani che a rete trova buone soluzioni ma dalla parte opposta sale in cattedra Catena che consolida il margine (16-22). L’ultimo guizzo delle ‘scolare’ riduce e fa sentire il fiato sul collo ma sul 21-23 finiscono le energie e Minati fa scorrere i titoli di coda.
LIMMI SCHOOL VOLLEY BASTIA – TUUM PERUGIA = 0-3
(12-25, 20-25, 22-25)
BASTIA: Cruciani Cr. 9, Tosti 6, Castellucci 4, Valentini 3, Marcacci 1, Ceccarelli, Piccari (L1), Meniconi 5, Nana 4, Gallina, Ribelli, Pici (L2). N.E. – Patasce. All. Gian Paolo Sperandio e Fabrizio Raspa.
PERUGIA: Catena 21, Minati 12, Porzio 7, Ragnacci 5, Cruciani Co. 4, Stincone 1, Chiavatti (L1). N.E. – Fastellini, Puchaczewski, Gaggiotti, Di Romano, Santibacci (L2). All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
Arbitri: Dalila Villano e Beatrice Cruccolini.
LIMMI (b.s. 8, v. 1, muri 3, errori 17).
TUUM (b.s. 7, v. 3, muri 8, errori 15).