Davide Pieragalli

Davide Pieragalli vigila sul lavoro della Tuum

Sta per andare in archivio la seconda settimana di attività alla Tuum Perugia che ha appena cominciato la sua fase di avvicinamento ai blocchi di partenza del prossimo campionato di serie B1 femminile. Le tredici atlete si sono impegnate molto durante questi primi giorni, utilizzando ovviamente le esercitazioni con la palla, ma svolgendo anche numerose sedute a corpo libero, osservando un programma mirato a fornire le basi del lavoro muscolare. Le magliette nere non si sono risparmiate negli esercizi, il programma è stato strutturato osservando anche doppie sedute di allenamento giornaliere avendo concentrato le sollecitazioni dal lunedì al venerdì. Il primo ciclo di lavoro avrà durata di tre settimane ed avrà il sabato e la domenica dedicate al riposo, le atlete che sono già state sottoposte a test fisici torneranno ad effettuarli al termine di questo periodo per verificare lo stato dell’arte. Soddisfatto il preparatore atletico Davide Pieragalli che dice: «Abbiamo appena cominciato ma la cosa più evidente che le ragazze hanno fame di lavorare e di mettere ogni energia a disposizione con grande impegno e dedizione. Sarà una preparazione atletica molto dura per mettere la giusta benzina in ogni motore ma sempre portando attenzione alla cura del loro fisico. Passano stagioni ma la voglia e la grinta negli occhi di ognuna è sempre la stessa, siamo tutti molto fiduciosi. Tengo a ringraziare lo staff tecnico della società sportiva ed in particolare Fabio Bovari ed Andrea Sarnari per la collaborazione e la cura di ogni dettaglio». Un professionista che riveste due ruoli affini all’interno dello staff tecnico, una circostanza inconsueta ma che risulta assai vantaggiosa per tenere sotto controllo la condizione delle atlete durante tutta la stagione agonistica. «Terminata la preparazione precampionato seguirò per il quarto anno consecutivo le ragazze come fisioterapista nel mio Studio Serendipity dato che di lavoro faccio il massofisioterapista e l’insegnante posturale. Proprio per questo abbiamo pensato con la squadra di effettuare una preparazione funzionale alla prevenzione degli infortuni e alla cura della forza senza dimenticare l’aspetto strutturale della fisiologia dell’atleta. Quindi mi sono studiato tutto nel miglior modo possibile e devo dire che abbiamo ottenuto buoni risultati già nello scorso anno». La Tuum ha dunque spiccato il volo al Pala-Evangelisti ma in questi giorni i vertici dirigenziali del club perugino hanno cominciato a lanciare la sua campagna di reclutamento delle leve giovanili.