Natascia Mancuso

La TUUM è carica

Scorrono inesorabili i giorni e la Tuum Perugia continua a lavorare al palasport Giuseppe Evangelisti per preparare il rientro nel campionato di serie B1 femminile che sarà sabato 6 febbraio in trasferta. Le magliette nere sono attese da un girone di ritorno nel quale sarà determinante valutare i progressi effettuati nei primi cinque mesi di allenamenti, miglioramenti che si possono tradurre in punti preziosi per la classifica di una pretendente ai play-off. Non vedono l’ora di tornare in campo le grifone che sono ferme da due settimane e la schiacciatrice Natascia Mancuso lo conferma: «Col fatto che Rimini si è ritirata noi non abbiamo avuto competizioni ufficiali ma di certo non ci siamo trascurate. Al contrario, abbiamo lavorato duro impostando un’altra mini-preparazione atletica che potesse darci lo slancio per mantenere la condizione sino a maggio. Ci siamo rimboccate le maniche ed ora dobbiamo tenere l’umore alto e pensare che ad ogni partita bisognerà lottare su ogni pallone fino all’ultimo punto, cercando il miglior risultato possibile. Siamo cariche più che mai, tra le prime tre dobbiamo esserci noi quindi siamo pronte ad affrontare questo girone di ritorno». L’attaccante mancina di origine calabrese fa parte per il secondo anno consecutivo dell’organico che compone le tredici gemme preziose della Tuum, è una delle più esperte e vuole vedere il bicchiere mezzo pieno. «Gli ultimi eventi che hanno riguardato il girone e gli scontri diretti d’alta classifica ci hanno permesso di restare a ridosso delle migliori in classifica. Rispetto all’anno scorso il gruppo si è ampliato e rinnovato sicché ci sono i pro e i contro di un gruppo nuovo. Nel girone di andata purtroppo le trasferte ci hanno penalizzato ma ora le affronteremo nel nostro campo dove fin’ora abbiamo padroneggiato. La parola d’ordine è mai abbassare la guardia».