TUUM Perugia Vollay

Guardiamo alcuni numeri del 2015

Scorrono le giornate di pausa del campionato, le atlete della Tuum Perugia dopo aver trascorso le festività in famiglia sono tornate in palestra per riprendere il programma di lavoro. Per il quarto anno consecutivo le magliette nere respirano l’aria frizzante della vetta, un traguardo a cui il sodalizio è abituato ma che con 21 punti frutto di sette vittorie e tre sconfitte, vale in questo 2015 solo la quinta posizione. Ad analizzare le prime dieci giornate delle stagioni passate si può vedere che alla sosta natalizia si era arrivati nel 2014 con 24 punti che valevano la seconda piazza (otto vittorie e due sconfitte), nel 2013 con 24 punti che valevano la vetta (otto vittorie e due sconfitte), e nel 2012 con 20 punti che significavano terzo posto (sette vittorie e tre sconfitte). Si vede dunque chiaramente come l’equilibrio di cui tanto si è parlato abbia avuto un impatto significativo sulla classifica attuale del girone, una situazione che rende ancor più stimolante la serie B1 femminile. A livello individuale va sottolineata la grande mole di lavoro svolta in questa prima parte dalla schiacciatrice Michele Catena che è stata colei che ha schiacciato il numero maggiore di palloni (370) trasformandone 141 punti con un 38% di efficacia. La regina del muro è sempre la centrale Corinna Cruciani che ne ha messi a terra ben 29 e che confermano la capitana come miglior interprete nel primo fondamentale della difesa. A spiccare in battuta è la palleggiatrice Martina Baruffi che ha colto impreparate le avversarie in 12 occasioni, mettendo nel suo bottino personale punti preziosi che aggiungono maggior considerazione alle sue prestazioni. Enorme il contributo in seconda linea della libero Giorgia Chiavatti che è stata chiamata ad intervenire 198 volte in ricezione e che in 110 casi ha risposto in maniera perfetta, con il 56% di efficienza. Numeri freddi ma eloquenti quelli elaborati dal responsabile delle statistiche Stefano Volpi che ormai ha in archivio un enorme quantitativo di dati, un quantitativo tale da poter fornire utili indicazioni per l’impostazione degli allenamenti. A rendere felici i tifosi delle grifone è però soprattutto la sensazione di crescita che la squadra sta esprimendo, un incremento di amalgama che prospetta ampi margini di miglioramento per quel che concerne il gioco di squadra. Ancora sedute tecniche e tanti richiami di lavoro atletico per le atlete perugine che saranno a sudare al Pala-Evangelisti sino al 30 dicembre per poi staccare la spina e ritrovarsi nuovamente il 3 gennaio per il primo raduno del nuovo anno. Il club del presidente Massimo Patiti auspica che questo possa essere per tutto l’ambiente della pallavolo umbra un periodo sereno e pieno di salute, in pieno stile con gli obiettivi che la sua società sportiva si propone.