Carolina Santibacci

Segnali positivi anche con Gubbio

Arrivano dati confortanti dalla seconda uscita della nuova stagione per la Tuum Perugia che ha cominciato il periodo dei test per capire a che punto è l’amalgama della propria compagine. La verifica casalinga delle magliette nere si è tenuta tra le proprie mura contro Gubbio, compagine che sarà protagonista nella categoria inferiore ma che dispone di un organico davvero competitivo. Si sono disputate cinque frazioni intense e vibranti con le magliette nere che se ne sono aggiudicate quattro per un match che è stato archiviato con i seguenti parziali (25-19, 25-18, 25-23, 22-25, 25-9) e con lo staff tecnico che ha dato campo a tutte le effettive. Domani invece le perugine del tecnico Fabio Bovari affronteranno una gara dal coefficiente di difficoltà più elevato testando l’assetto da combattimento contro una delle candidate autorevoli del campionato che comincerà tra meno di un mese. Manca ancora l’idea vera di squadra, più che normale per un collettivo in cui sono presenti ben sette giocatrici differenti dalla passata stagione, ultima delle quali si è aggregata alla squadra la libero Carolina Santibacci prelevata dalle giovanili del San Sisto. Tra due impegni così vicini ci sarà anche da valutare la tenuta mentale delle singole atlete che sul piano fisico stanno rispondendo bene alle stimolazioni ma che ovviamente sono ancora un po’ imballate. Giovedì 24 settembre alle ore 19,30 si svolgerà la terza amichevole, ancora tra le mura amiche del Pala-Evangelisti, contro l’accreditata Zambelli Orvieto che nella scorsa stagione si è rivelata la rivale umbra più competitiva. Ipotizzabile dunque un impiego che preveda un ricco turnover delle gioielliere perugine che guarderanno a questo confronto con la consapevolezza di dover evitare accuratamente ogni sovraccarico.