Gecom Security Perugia - Agrigola Zambelli Orvieto

La Gecom viene superata ad Orvieto

Niente da fare per la Gecom Security Perugia che si deve arrendere nuovamente nella trasferta disputata entro i confini umbri in occasione del duello tutto regionale di serie B1 femminile. Lo scontro diretto valevole per la corsa ai play-off premia col punteggio più netto la Zambelli Orvieto, più concreta certamente ma anche agevolata nel risultato dal gran numero di errori compiuti dalle rivali. Un girone di ritorno che si sta rivelando difficilissimo per le magliette nere, la quarta sconfitta delle ultime cinque gare le fa retrocedere in terza posizione, a pari punti con le cugine rupestri, ma con un ruolino di marcia per i play-off ancora salvo. La differenza alla fine è piuttosto netta sia a livello tecnico che sul piano dell’approccio, con le ragazze del presidente Massimo Patiti che hanno prestato il fianco mostrandosi insolitamente fallose. L’avvio è una fase di studio che dura poco, le padrone di casa prendono il comando e l’efficacia di Puchaczewski può solo limitare il ritardo (10-7). La progressione orvietana è sconcertante e gli errori ospiti (ben nove) contribuiscono e peggiorare la situazione (22-13). Una Rossini incontenibile chiude la prima frazione con un ace. Nel secondo set ci prova Mearini a risollevare le sorti della contesa prendendo il comando delle operazioni (7-9). Il piccolo vantaggio però viene inghiottito dal turno al servizio di Mazzini che ribalta il punteggio e getta un crisi le ospiti (18-9). Fermare Biccheri è impossibile e in breve si va sul due a zero. La terza frazione ha un andamento differente, le antagoniste si scambiano il testimone più volte. Malgrado continuino a sbagliare, le ospiti con Mancuso trovano la via per concretizzare il break (9-12). Per due volte Ubertini risulta in grado di far rimettere avanti il naso alle padrone di casa ma sul finale un acuto di Cruciani ritrova il massimo vantaggio (18-21). L’energia delle perugine termina qui e due muri consecutivi fanno riapparire i fantasmi che hanno le sembianze della paura, due errori consecutivi porgono la vittoria ad Orvieto su un piatto d’argento. La pausa delle festività pasquali arriva a fagiolo per la Gecom Security che ora dovrà sfruttare la sosta per rigenerarsi e per preparare il rush finale delle ultime cinque giornate di stagione che determineranno le partecipanti alla post season.
ZAMBELLI ORVIETO – GECOM SECURITY PERUGIA = 3-0
(25-14 25-16, 25-22)
ORVIETO: Rossini 14, Biccheri 13, Tiberi 9, Kotlar 7, Ubertini 5, Mazzini 2, Andreani (L1), Fastellini, Volpi. N.E. – Bigini, Piastra, Rosso, Righi (L2). All. Marco Gobbini ed Alessandro Magnaterra.
PERUGIA: Mearini 11, Mancuso 8, Puchaczewski 6, Barbolini 6, Cruciani 5, Sghedoni 4, Chiavatti (L). N.E. – Ciacca, Spacci, Di Mitri. All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
Arbitri: Alessandro Noce e Maurizio Di Meglio.
ZAMBELLI (b.s. 7, v. 3, muri 12, errori 5).
GECOM (b.s. 9, v. 0, muri 6, errori 16).