Sghedoni-Mearini-muro

La Gecom trionfa nel derby con Trevi

L’anticipo del venerdì regala spettacolo ed è la Gecom Security Perugia a festeggiare davanti al suo pubblico confermando il suo buon momento e la sua confidenza coi derby regionali.
Nel confronto tutto umbro ad avere la peggio è la Lucky Wind Trevi che ci mette tanto impegno e buona volontà ma senza due titolari come Ragnacci e Piccari non riesce a reggere l’urto delle ‘cugine’.
Le magliette nere scendono in campo con il solito e consolidato assetto di gara mentre le ospiti schierano inizialmente le giovanissime Nencioni in posizione centro e Ciancio nel ruolo di libero.
L’avvio è incerto ma poi le padrone di casa prendono il sopravvento sfruttando i cinque errori altrui (9-4). Coach Sperandio prova a scuotere le sue inserendo Monaci in regia ma la situazione si fa ancor più pesante sotto le bordate di Mearini che dal centro è implacabile (16-5). L’unica arma biancoazzurra è Capezzali (nove palle a terra in apertura) che riesce scalfire le sicurezze rivali, ma è troppo poco, le distanze non accennano a calare e ad apporre i sigillo dell’uno a zero è la ex di turno Barbolini.
Si torna in campo con le perugine che non accennano a calare il ritmo e con altri errori ospiti che operano il break. Stavolta però la reazione delle trevane riesce a tenere in equilibrio il punteggio (10-9). È il segnale d’allarme per le ragazze del tecnico Bovari che trovano in Cruciani il punto di riferimento per allungare il passo (19-13). Le sostituzioni con Garganese e Della Giovampaola da un lato e Di Mitri dall’altro, non cambiano sostanzialmente l’inerzia e dopo un momento di torpore il raddoppio avviene per opera di Puchaczewski.
La terza frazione è marchiata a fuoco inizialmente da Mancuso che mette giù un attacco e due ace conquistando il primo break (7-4). Malgrado la Lucky Wind non sbagli nulla il margine viene gestito grazie ad una Chiavatti praticamente perfetta in seconda linea che consente a Sghedoni di smistare alla meglio (15-12). L’orgoglio e la tenacia di Capezzali riesce a rimettere in asse sul 18-18 ma la parità non regge e il turno di battuta di Cruciani propizia cinque punti consecutivi che mettono al sicuro il risultato (23-18). A far scorrere i titoli di coda è un errore trevano.
GECOM SECURITY PERUGIA – LUCKY WIND TREVI = 3-0
(25-16, 25-20, 25-20)
PERUGIA: Mancuso 14, Cruciani 12, Mearini 10, Puchaczewski 10, Barbolini 8, Sghedoni 2, Chiavatti (L), Spacci, Di Mitri. N.E. – Matacchioni, Ciacca, Lucaccioni. All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
TREVI: Capezzali 19, Volaj 8, Meniconi 5, Pistocchi 3, Nencioni, Pietrolati, Ciancio (L1), Garganese 5, Monaci 1, Della Giovampaola. N.E. – Ragnacci, Sechi, Piccari (L2). All. Gian Paolo Sperandio ed Albino Bosi.
Arbitri: Andrea Di Tullio e Francesco Aiello.
GECOM SECURITY (b.s. 5, v. 8, muri 9, errori 10).
LUCKY WIND (b.s.7 , v. 0, muri 5, errori 12).