Natascia Mancuso - Foto di Michele Benda

La Gecom Perugia riduce in brandelli Casal De’ Pazzi

Prima della sosta di fine anno c’è il tempo di registrare un nuovo successo, l’ottavo stagionale per la Gecom Security Perugia che festeggia nuovamente in trasferta.
Una giornata di campionato impegnativa la decima di serie B1 femminile, una partita vibrante fra due squadre che si sono affrontate a viso aperto cercando di dare il meglio di loro.
È terminato in ginocchio il pur volenteroso collettivo della Volleyrò Casal De’ Pazzi, riuscito ad essere competitivo e a dare filo da torcere alle umbre che hanno visto premiata la caparbietà e la tenacia rimontando dopo un primo set disastroso.
Un match con una partenza shock per le magliette nere che hanno subìto l’intraprendenza delle padrone di casa sospinte da una battuta ficcante (cinque ace in apertura ed un muro granitico (cinque punti). A ciò si aggiunga l’azione incontenibile di Arciprete, sette palloni a terra per lei, incluso il primo e l’ultimo che ha decretato l’uno a zero.
Al cambio di campo c’è stato equilibrio sostanziale sino al secondo time-out tecnico. Le laziali hanno continuato a martellare senza sosta con Melli che è riuscita a trovare il break pesante portando il punteggio sul 20-15. Qui però si è vista la stoffa della grande squadra perugina che non si è scomposta ed ha girato la partita con una Mancuso capace di sfruttare ogni incertezza altrui per firmare il pareggio.
Anche nel terzo set le capitoline hanno comandato le operazioni con la precisa regia di De Meo che ha tenuto in pungno la situazione sino al 13-10. L’accelerazione del sorpasso ospite è venuta stavolta da Mearini che con quattro punti consecutivi (di cui tre muri) ha cambiato i connotati al match (15-23). Mazzate terribili alla figura che hanno fatto barcollare le locali e portato in vantaggio la Gecom.
Sulla scia dell’entusiasmo le ‘vigilanti’ si sono portate avanti nel quarto parziale ma le romane hanno contenuto il ritardo sino al 12-14. A dare la svolta decisiva è stata Corinna Cruciani (otto colpi vincenti nel finale) che ha trascinato al trionfo con un’altra prestazione di spessore.
In definitiva tre ottimi punti in un campo difficile per le ragazze del vice presidente Bartoccini a dimostrazione che la seconda posizione di classifica è più che meritata.
Sotto le feste si continuerà a lavorare in palestra in tutti i fondamentali ma la squadra del tecnico Bovari ha la ferma intenzione di restare nelle zone alte dove si respira aria frizzante.
VOLLEYRÒ CASAL DE’ PAZZI – GECOM SECURITY PERUGIA = 1-3
(25-15, 23-25, 17-25, 17-25)
CASAL DE’ PAZZI: Arciprete 17, Melli 14, Pamio 11, Bartolini 4, Gradini 3, De Meo 2, Ferrara (L1), Mancini 4, Provaroni 3, Spinello 2, Turlà. N.E. – Kantor, Monini (L2). All. Pasqualino Giangrossi e Sandor Kantor.
PERUGIA: Cruciani 20, Barbolini 13, Mancuso 12, Puchaczewski 11, Mearini 10, Sghedoni 2, Chiavatti (L), Lucaccioni. N.E. – Ciacca, Di Mitri. All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
Arbitri: Alessandro Cavalieri Piet e Giovanni Rizzica.
VOLLEYRÒ (b.s. 4, v. 10, muri 10, errori 19).
GECOM (b.s. 8, v. 6, muri 13, errori 14).