Gecom Perugia

La Gecom Security Perugia s’impone nel derby

Torna in serie positiva la Gecom Security Perugia che al Pala-Kemon infila il quarto anello della stagione, pur giocando una partita con alti e bassi e scherzando come un gatto col topo.
Le ospiti hanno partenze brucianti in tutte e tre le frazioni e mettono a distanza la Top Quality San Giustino ma quando si tratta di dare il colpo di grazia esitano e permettono la rimonta delle rivali che sul finale riescono sempre a rimettersi in carreggiata.
Quando però c’è bisogno di manifestare solidità di nervi le magliette nere ci sono e non sbandano, giocano i punti determinanti con cuore e lucidità e lasciando che le rivali finiscano fuori strada.
Un successo pieno per le ragazze del vice Presidente Antonio Bartoccini che hanno offerto una prestazione comunque positiva di fronte ad un buon pubblico che è intervenuto numeroso sugli spalti nel posticipo domenicale.
La gara comincia con le perugine che graffiano il taraflex e prendono il comando con decisione piazzando quattro-muri-quattro consecutivi e andando sul 3-12. Qui però subentra una sorta di appagamento e la rimonta delle padrone di casa arriva inesorabile con Francia che riporta in scia (11-14). Gli innesti di Izzi e Rosso consentono alle padrone di casa di trovare nuova linfa ed agganciano sul 23-23. Al momento che conta esce il muro di Cruciani e poi un errore di Izzi che sancisce l’uno a zero ospite.
Perugia torna in campo concentrata, Chiavatti è un orologio in seconda linea e Puchaczewski è impossibile da marcare (3-11). Dopo una sostituzione propizia Mautino torna in campo con grinta e rilancia le biancoazzurre che impattano (14-14). Dura poco però perché Sghedoni fa ripartire le perugine che tornano avanti di quattro lunghezze prima di sciupare con un passaggio a vuoto di cui approfitta la regista Rosso per procurare la nuova parità (23-23). Barbolini va a segno e poi una Cruciani in stato di grazia a muro sbarra la strada e sigla il raddoppio.
Nella terza frazione sono ancora Barbolini e Cruciani a procurare lo scollamento che trascina sul 9-16. L’impostazione di gioco della Gecom è fluida e stavolta le locali non riescono a trovare il bandolo della matassa (17-24). Quando tutto lascia presagire che la gara si chiuda arriva un altro momento di amnesia delle perugine che consentono a Francia (otto palle a terra) di non arrendersi ed annullare le sette palle match (24-24). Ancora una volta le altotiberine mostrano il fianco e Mancuso fa scorrere i titoli di coda.
La Gecom Security conquista tre punti e torna a sedersi sulla seconda piazza della classifica a due lunghezze dalla capolista Pesaro, prossima avversaria al Pala-Evangelisti sabato 22 novembre per uno scontro al vertice da non perdere.
TOP QUALITY SAN GIUSTINO – GECOM SECURITY PERUGIA = 0-3
(23-25, 23-25, 24-26)
SAN GIUSTINO: Francia 21, Mautino 9, Ihnatsiuk 9, Ceppitelli 5, Escher 3, Marcacci, Rocchi (L1), Rosso 3, Kus 2, Izzi 1. N.E. – Barneschi, Fabbri (L2). All. Francesco Brighigna e Marco Morani.
PERUGIA: Puchaczewski 12, Barbolini 12, Cruciani 9, Mancuso 6, Mearini 5, Sghedoni 4, Chiavatti (L). N.E. – Ciacca, Di Mitri, Matacchioni. All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
Arbitri: Nicola Caravetta e Luca Degoli.
TOP QUALITY (b.s. 11, v. 5, muri 10, errori 17).
GECOM SECURITY (b.s. 4, v. 8, muri 12, errori 13).