Gecom Security Perugia

Perugia espugna Agrigento alla prima

Nel primo incontro dei play-off per la promozione in serie A2 la Gecom Perugia espugna al tie-break il campo della Akragas Agrigento con una prestazione giocata con cuore e determinazione. Le ragazze di Bovari hanno dovuto mettere in campo tutta la loro classe per aggiudicarsi il match in un campo difficile, trasformato in bolgia dai corretti tifosi locali per sostenere le proprie atlete. Ma Tosti e compagne non si sono perse d’animo, costruendo con pazienza il gioco sulla magnifica ricezione di una impeccabile Luisa Rocchi. Cecato ha potuto cosí servire i propri attaccanti nel migliore modo possibile, utilizzando parimenti tutte le bocche da fuoco a disposizione.
Primo set molto equilibrato con Agrigento trascinata da Lombardo e Composto, mentre Perugia si appoggia sui colpi di Tosti e Corinna Cruciani per non perdere terreno dalle scatenate avversarie. Le squadre rimangono a contatto fino al secondo time out obbligatorio con Agrigento avanti 16-14. La maggior effervescenza delle padrone di casa gli permette di chiudere il parziale 25-22. Nel secondo set le siciliane partono fortissimo trascinate da Ferro che porta le compagne avanti 8-3. Perugia non ci sta e comincia a svegliarsi e giocare come sa fare. Cecato ispira le sorelle Cruciani che cominciano a chiudere lo strappo. Dopo aver agguantato il pareggio sul 19-19, Puchaczewski in battuta si prende subito un ace e, mettendo in difficoltà le siciliane in ricezione, fa si che il gioco avversario diventi prevedibile. Due pesanti muri di Cecato e Tosti chiudono il set 21-25. Nel terzo parziale la Gecom scompare sotto una montagna di errori, soffre moltissimo in ricezione e le agrigentine dilagano nel punteggio. Set perso 25-15. Nel quarto le magliette nere rientrano in campo grintose e determinate a cambiare il corso della partita. Una vera battaglia in campo dove le due squadre non si risparmiano in nessun fondamentale, con grandi difese da entrambi gli schieramenti che giocano punto su punto fino al 18 pari. Una palla chiamata fuori in battuta, comporta l’espulsione dal campo di Mearini, entrata su Puchaczewski, che paga anche per le rimostranze delle proprie compagne, esasperate dai continui errori arbitrali. Perugia comunque, piú pimpante fisicamente e piú lucida in attacco, chiude il set 25-19 con Tosti in evidenza. Al tie-break il monologo è perugino. Le magliette nere giocano con una veemenza che stordisce le avversarie, calate vistosamente nel finale. Una veloce di Cristina Cruciani sigilla l’incontro 9-15. Le due squadre escono tra gli applausi degli spettatori locali, dandosi appuntamento a mercoledi 21 maggio alle 20,30 al pala-Evangelisti di Perugia per il secondo match di questa prima fase dei play-off.
AKRAGAS AGRIGENTO – GECOM PERUGIA 2-3 (25-22, 21-25, 25-15, 19-25, 9-15)
AGRIGENTO: Lombardo 18, Composto 17, Ferro 14, Salamone 12, Rotondo 6, Moncada 5, Piscopo 2, n.e. La Gaipa, Caruso, Polito Lib. Pietrangeli
All. Lionetti e Scandurra
PERUGIA: Cruciani Corinna 17, Tosti 16, Cruciani Cristina 15, Puchaczewski 14, Cecato 7, Valentini 5, Mearini, n.e. Di Mitri, Montechiarini, Pistocchi. L1. Rocchi, L2. Chiavatti
All. Bovari Fabio
Arbitri: Domenico Ferrise e Pierluigi Sodano.
AKRAGAS (b.s. 8, v. 4, muri 14, errori 20).
GECOM (b.s. 10, v. 2, muri 16, errori 16).