Gecom Security Perugia - Todi Volley

La Gecom Security Perugia trionfa nel derby

È la Gecom Security Perugia a trionfare nel derby umbro della ventiduesima giornata di serie B1 femminile. Risultato come da previsioni con le padrone di casa che sono riuscite ad imporre il proprio ritmo guadagnando tre punti e confermandosi in vetta alla classifica. Ci ha provato la Todi Volley a contrastare l’avanzata delle ‘cugine’ ma l’ offensiva sbilanciata sulla banda è stata troppo prevedibile e l’efficacia ne ha risentito. Una differenza più netta di quanto non dica il punteggio finale con le perugine che hanno avuto il merito di difendere meglio delle rivali e neutralizzare le pericolose bocche da fuoco tuderti. L’ avvio delle locali è folgorante con la fase punto che funziona, battuta e muro spingono sul 6-2. Puchaczewski è impeccabile a rete e Tosti non è da meno, il solco viene scavato prepotentemente senza che le rivali possano reagire (12-4). Le ospiti tirano fuori l’ orgoglio e le perugine danno loro una mano commettendo qualche errore, sul servizio di Mancuso, anche un ace, le distanze si riducono sensibilmente (16-14). Bovari striglia le sue che ripartono con Puchaczewski (sei palle a terra in avvio) e vanno a siglare il vantaggio. Alla ripresa il copione è identico, è ancora Tosti, coadiuvata stavolta da Valentini, ad incidere e produrre un sensibile scollamento (13-6). Ci vuole un nuovo turno da fondo campo di Mancuso per infondere fiducia alla manovra tuderte che con Angelelli prova a ricucire lo strappo (15-11). I tentativi di affondo delle biancoblu s’ infrangono sul muro granitico di Cristina Cruciani che ristabilisce le distanze (19-11). L’ ultimo sussulto è di Lo Cascio ma ormai la situazione è compromessa e l’ accelerazione di Corinna Cruciani porta al raddoppio. Nella terza frazione Sanna inserisce Santin da opposta e sposta Mancuso di banda. L’ assetto sembra migliore e con un nuovo turno al servizio di Mancuso la partenza è bruciante (2-7). Dopo il time-out tecnico è Cristina Cruciani a caricarsi sulle spalle le donne della ‘sicurezza’ che annullano il gap (8-9). L’ inerzia cambia radicalmente con le perugine che, ben gestite dalla lucida regia di Cecato, prendono il pallino in mano (15-10). Perugia sbaglia qualche battuta e Todi non demorde sfruttando l’ occasione per rientrare in gioco con il pallonetto di Venturi che segna il 19-18. Si avanza punto a punto sino a che le sorelle Cruciani non decidono di piazzare l’ accelerazione bruciante che pone fine alla contesa, è la fast di Corinna Cruciani a mandare tutte sotto la doccia.
GECOM SECURITY PERUGIA – TODI VOLLEY = 3-0
(25-19, 25-18, 25-20)
PERUGIA: Tosti 14, Cruciani Co. 14, Cruciani Cr. 10, Puchaczewski 8, Valentini 6, Cecato 3, Rocchi (L1), Chiavatti (L2). N.E. – Di Mitri, Pistocchi, Mearini, Montachiarini. All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
TODI: Lo Cascio 13, Mancuso 9, Venturi 4, Antignano 4, Ghezzi 2, Angelelli 1, Piccari (L1), Santin 2, Testasecca. N.E. – Loddo, Brizi, Ribelli. All. Dario Sanna e Giuseppe Castellano.
Arbitri: Roberto Ambrosi e Marco Nampli.
GECOM SECURITY (b.s. 10, v. 5, muri 10, errori 12).
TODI VOLLEY (b.s. 10, v. 4, muri 7, errori 10).