Una brillante Gecom Perugia espugna Valdarno

VALDARNO VOLLEY FIGLINE-GECOM SECURITY PERUGIA 0-3
VALDARNO VOLLEY: Panucci 15, Poggi 14, Zuccarelli 8, Gineprini 7, Chierici 3, Ranieri 3, Mori, Rossi 1, Torniai, Carrara L1 (79% pos. 62% prf.), Botti L2.
All. Biagi Barbara e Mercatali Luca
GECOM SECURITY PERUGIA: Tosti 21, Cruciani Cri. 19, Delfino 9, Montechiarini 7, Corbucci 2, Marcacci, Cruciani Co. 8, Schepers, n.e. Gradassi, Puchaczewski, Pompili, Rocchi L1 (70% pos., 60% prf.)
All. Bovari Fabio e Panfili Daniele
Arb. Salandra Michelino, Solazzi Tiziana
Importante vittoria esterna per la Gecom Perugia che espugna il difficile campo del Valdarno Volley per 0-3, imponendosi con un risultato dove nessuna squadra vi era mai riuscita. Con questa vittoria, la squadra del presidente Patiti, consolida il quarto posto, accorciando la distanza dalla zona playoff ad un solo punto. Importantissima a questo punto diventa la prossima partita interna contro la capolista Viserba con il contemporaneo scontro tra la seconda e la terza in classifica. Marcacci e compagne hanno faticato molto nel primo set, con la ricezione che fatica a servire palle perfette ed un muro impreciso. Valdarno comincia a fare da battistrada trascinato da Panucci e Poggi che in attacco imperversano su tutti i fronti. Al primo time out tecnico la squadra di casa conduce 8-5. Le ricezione della Gecom comincia a migliorare e Marcacci puo’ servire Cruciani Cristina che tiene agganciate le proprie compagne alle toscane 14-16 al secondo riposo obbligato. Ranieri continua a servire Poggi che continua a martellare la difesa avversaria portando Valdarno avanti 20-15 e poi 22-18. Bovari butta nella mischia Cruciani Corinna al posto di Corbucci. Il muro sale di livello e Perugia puo’ pareggiare il conteggio sul 24-24. Una straordinaria Tosti ai vantaggi trascina la Gecom ad una entusiasmante vittoria nel set 30-32. Nel secondo set la buona ricezione di Rocchi permette a Marcacci di variare con piu’ efficacia in attacco. Delfino e Montechiarini si mettono in evidenza, portando le proprie compagne sul 14 pari. Nella seconda parte del parziale Cruciani Cristina e Tosti salgono in cattedra, mostrando tutti i colpi del proprio repertorio. Per Valdarno non c’e scampo e la Gecom chiude 21-25. Il terzo parziale e’ un monologo perugino con la squadra di Bovari che dichiara chiuse le ostilita’ con un muro di Montechiarini.