San Mariano-Gecom 1-3

La Gecom espugna San Mariano

SGM GRAFICONSUL S.MARIANO – GECOM SECURITY PERUGIA 1-3 (26-24, 22-25, 20-25, 20-25)
SGM GRAFICONSUL SAN MARIANO: Babbi 28, Guidi 16, Cheli 12, Quondam 7, Peluso 1, Pani, Corselli 1, n.e. Spacci, Biancalana, Di Romano. Lib. Tromboni
All. Scaccia e Urbani
GECOM SECURITY PERUGIA: Tosti 20, Delfino 17, Pucheczewski 14, Cruciani Cri. 10, Marcacci 3, Corbucci 1, Cruciani Co. 10, n.e. Schepers, Montechiarini, Gradassi, Pompili Lib. Rocchi
All. Bovari e Panfili
Arb.: Marco Spinnicchia, Giuseppe Maria Di Blasi

La Gecom Perugia si aggiudica il derby del girone C espugnando la tana del San Mariano con un eloquente 3 a 1, confermando cosi’ il buon momento positivo ed il secondo posto in classifica.
La compattezza e la qualita’ di Perugia hanno avuto ragione di una squadra ordinata ed equibrata, con le perugine che hanno mostrato una distribuzione del gioco piu’ uniforme e fantasiosa delle sanmarianesi, dipendenti in maniera evidente dalle prestazioni di Babbi.
In avvio di partita San Mariano parte subito forte appoggiandosi sugli errori delle grifoncelle e sulle fast di Guidi, portandosi avanti 8-4 al primo time out tecnico. Bovari richiama ordine e calma e al rientro Tosti e Puchaczewski effettuano l’aggancio 8-8. Si prosegue con la Gecom ancora troppo imprecisa che lascia andare San Mariano avanti 22-18 con due attacchi di Quondam. Le grifoncelle reagiscono di nuovo e pareggiano con un muro di Tosti 22 pari. Finale concitato con Perugia avanti 24-23 che spreca due occasioni per chiudere il set. Babbi molto piu’ decisa prima pareggia 24-24 e poi permette a San Mariano di chiudere 26-24. Nel secondo parziale San Mariano rientra in campo decisa a condurre le danze, con Cheli in evidenza ispirata a dovere da Peluso che porta le proprie compagne avanti 8-5. Ma Perugia non ci sta e con 2 ace in battuta di Cruciani Co., entrata al posto di Corbucci da inizio set, si porta avanti 10-9. Il match va avanti con molto equilibrio fino al 21 pari. Tosti mette in mostra tutta la classe di cui dispone e con grande esperienza porta avanti le grifoncelle 24-21, che poi con tranquillita’ vanno a chiudere 25-22.
Nel terzo set Scaccia prova a cambiare qualcosa inserendo Corselli in banda e spostando Quondam opposta. Ma Perugia sale di tono, Rocchi cresce in ricezione permettendo a Marcacci di variare in attacco con maggiore precisione. La Gecom allunga approfittando dei molti errori delle padrone di casa e un muro di Cruciani Cri. sancisce il 12-5. Le padrone di casa non mollano la presa e grazie alla solita Babbi accorciano le distanze fino al 15-12. Puchaczewski sale in cattedra in attacco diventando una spina nel fianco della difesa avversaria. Delfino conclude l’opera con un due attacchi consecutivi 25-20. Nel quarto parziale le due formazioni viaggiano punto su punto fino all’8 pari. Perugia sfrutta tutte le proprie bocche di fuoco, mentre San Mariano si deve aggrappare alla sola Babbi che comincia a sentire il carico di lavoro concendendo un errore che permette alla Gecom di portarsi avanti al 2′ time out tecnico 16-12. Al rientro in campo Rocchi si esalta con 2 incredibili difese che innestano il turbo alle proprie compagne, che giocando in scioltezza in tutti i fondamentali vanno a prendersi i 3 meritati punti 25-20.