Alessia Montechiarini

Una Gecom disordinata cede a Scandicci

SAVINO DEL BENE SCANDICCI – GECOM SECURITY PERUGIA 3-1 (25-22, 22-25, 25-19, 25-19)
SCANDICCI : Nale 22, Crepaldi 17, Cecchi 13, Salvia 11, Buono 8, Baldini 1, Bacci, Cecconi n.e. De Fonzo, Mannini, Del Freo, Ronconi Lib. Agresti
All. Latini Roberto
GECOM PERUGIA: Delfino 20, Tosti 13, Cruciani Cri. 12, Puchaczewski 9, Corbucci 4, Marcacci 2, Cruciani Co. 3, Montechiarini 2, Schepers, n.e. Gradassi, Pompili Lib. Rocchi
All. Bovari Fabio e Panfili Daniele
Arbitri: Fontini S., Pulcini G.

Si interrompe con una sconfitta per 3-1 la striscia positiva della Gecom Security Perugia che esce dal campo di Scandicci con la consapevolezza di aver gettato al vento una occasione per portare a casa qualche punto. La serata negativa della ricezione, molto fallosa ed imprecisa, ha impedito alla Gecom di esprimere appieno il proprio potenziale in attacco. Anche a muro le perugine sono apparse distratte ed approssimative, commettendo troppi errori nei momenti topici. Avvio di partita disastroso per Perugia che incapace di costruire azioni di gioco efficaci si trova sotto 8-1. Bovari richiama all’ordine le proprie giocatrici, ma la ricezione funziona ancora a tratti. Marcacci prova a variare in attacco, affidandosi a Tosti e Cruciani Cri. per ricucire il divario. Al secondo time out tecnico Scandicci conduce 16-9. Un buon momento di Puchaczewski in attacco accorcia le distanze fino al 22-20, ma ancora imprecisioni ed errori lasciano il set 25-22. Nella seconda frazione la Gecom comincia ad imporre il proprio gioco, la ricezione si rialza, i muri contengono gli attacchi di Nale e Crepaldi, ed il contrattacco funziona a dovere con Delfino che diventa imprendibile, totalizzando nella frazione ben 9 punti, permettendo a Perugia di chiudere 25-22. Terzo set sciagurato per Perugia, che in avvio commette troppi errori e si trova sotto 3-6. Delfino e Cruciani Cri. efficaci in attacco pareggiano prima i conti 9-9, e Tosti prosegue portando avanti Perugia 16-13. Un turno in battuta straordinario di Nale permette a Scandicci un filotto di 6 punti, portando le padrone di casa avanti 19-16. Bovari inserisce Cruciani Co. al posto di Corbucci, nella speranza di frenare gli attacchi di Crepaldi e Salvia. Ma le toscane oramai viaggiano imprendibili e chiudono 25-19.
Nel quarto parziale Montechiarini sostituisce Puchaczewski leggermente calata. Perugia sembra tornata in partita, giocando alla pari fino al 13-13. Scandicci prova ad allungare sfruttando i numerosi errori avversari. La Gecom si affida a Cruciani Cri. per non mollare la presa, ma la concentrazione ormai e’ saltata e le toscane vanno a chiudere 25-19.