Silvia Tosti

Esaltante vittoria esterna di Perugia

SNOOPY PESARO – GECOM SECURITY PERUGIA 1 – 3 (23-25, 25-23, 18-25, 22-25)

SNOOPY PESARO: Fiesoli 19, Aluigi 14, Tallevi 11, Bruzzone 11, Boriassi 9, Veglia 7, Rita 4, Micheletti, Passaseo, n.e. Battistoni, Silotto, Bertozzi, Lib. Furiassi
All. Bertini e Portavia

GECOM SECURITY PERUGIA: Tosti 21, Delfino 15, Cruciani Corinna 10, Cruciani Cristina 8, Puchaczewski 6, Marcacci 2, Corbucci 1, n.e. Pompili, Montechiarini, Gradassi, Schepers Lib. Rocchi
All. Bovari e Panfili

Una grande determinazione e una formidabile grinta hanno permesso alla Gecom Perugia di espugnare il Pala Snoopy di Pesaro per 3-1 e inanellare cosi’ la terza vittoria consecutiva, la seconda fuori casa. La squadra di Pesaro, giovane e molto dotata fisicamente, ha dato filo da torcere alla formazione perugina che ha dovuto mettere in campo l’esperienza e la sagacia tattica per avere ragione delle avversarie. La partita e’ stata vibrante ed emozionante con continui capovolgimenti di fronte nella conduzione della partita. Pesaro parte fortissimo con una battuta velenosa che mette in difficolta’ la ricezione avversaria. Fiesoli trascina le proprie compagne avanti al primo time-out tecnico 8-4. Bovari inserisce Cruciani Corinna al posto di una evanescente Corbucci, che mette subito in mostra un muro consistente ed efficace. Perugia ricostruisce punto su punto con una Delfino indomabile in attacco e si porta avanti al secondo time out tecnico 16-15. La situazione molto equilibrata, 20-21 al time out chiesto da Bovari, viene risolta al fotofinish da Delfino che chiude prepotentemente il set 25-23. Nel secondo parziale la rinvigorita ricezione perugina permette il vantaggio 8-4. Pesaro si ricompone con Aluigi e Tallevi ricucendo lo strappo 16-13 e portandosi poi avanti 21-16. Tosti comincia a scaldarsi seriamente e porta le proprie compagne aventi 23-22. Il muro pesarese non ci sta e ricomponendosi ferma gli attacchi avversari chiudendo il set 25-23. Nella terza frazione la ricezione perugina guidata da Rocchi comincia a diventare ineccepibile, permettendo alla Marcacci di variare gli attacchi com maggiore fantasia. Il risultato si vede immediatamente con la Gecom che si porta avanti 16-10. il set si chiude in scioltezza 25-18. Nell’ultimo parziale una Tosti indemoniata e una Cruciani Corinna invalicabile a muro salgono in cattedra guidando la formazione perugina alla meritata vittoria 25-22.