A Pesaro il triangolare WealthPlanet

Il grande volley femminile ha catalizzato l’attenzione degli appassionati nel triangolare in programma sabato scorso al pala-Evangelisti di Perugia.
La GECOM Security Perugia di serie B1 ha ospitato la Robursport Volley Pesaro e la Chateau d’Ax Urbino protagoniste del campionato italiano di serie A1, in un torneo con la formula dei 3 set, con 3 punti per la vittoria per 3-0, 2 punti per la vittoria 2-1 e un punto per la sconfitta 1-2.
La classifica finale ha visto prevalere Pesaro con 5 punti su Urbino ferma a 3 e Perugia terza con 1 punto.
Grande l’afflusso del pubblico al palazzetto, con la presenza di numerosi ospiti illustri, trai quali il presidente regionale FIPAV Peppino Lomurno che ha consegnato i trofei alle squadre partecipanti, l’assessore allo sport della Provincia di Perugia Roberto Bertini ed il Gen. Domenico Ignozza presidente del CONI provinciale che hanno portato saluto delle istituzioni. Presente all’evento l’associazione VIP PERUGIA per una raccolta fondi, una associazione di volontariato che si occupa di Clownterapia nel territorio perugino. La società organizzatrice Wealth Planet ha consegnato una targa ricordo alla famiglia Iacone, in memoria di Carlo, ex-presidente della Sirio Volley che ha portato in alto il nome di Perugia in Italia ed Europa per i grandissimi risultati ottenuti sul campo. Sugli spalti è stata distribuita la rivista WEALTH PLANET MAGAZINE, che da sempre si occupa di salute, sport e cultura per sottolineare l’importanza del benessere psico-fisico nella società attuale.
Nella prima partita delle ore 15 le padrone di casa della Gecom hanno affrontato Pesaro schierata dal coach Pistola in formazione tipo. Le perugine hanno affrontato le avversarie con piglio deciso e sfrontato, senza nessun timore reverenziale. Il gap tecnico non è apparso così evidente come doveva essere, con le squadre che hanno giocato punto su punto in tutti e tre i set. In evidenza tra le padrone di casa Cristina Cruciani con ben 14 punti che ha trascinato le compagne con grande energia.
Pesaro ha affidato l’attacco alle due centrali Chirichella e Manzano, visto l’ottimo muro della squadra guidata da Bovari che ha portato alle perugine ben 11 punti.
La differenza di passo si è vista solo nelle fasi finali dei set con Pesaro che ha prevalso di misura 25-19, 25-23 e 25-22. Nella seconda partita contro Chateau d’Ax Urbino, la squadra del presidente Patiti ha sfiorato il colpaccio, vincendo il primo set 28-26, perdendo il secondo 28-30 e il terzo 20-25. Le ospiti guidate da Guidetti sono scese in campo con qualche seconda linea, lasciando riposare le titolari per il match contro Pesaro. La Gecom ha mostrato ancora una volta una grandissima grinta in difesa e una ottima disposizione a muro che ha fruttato ben 12 punti. Tutta la squadra ha girato in maniera meravigliosa, tanto è vero che in campo non si capiva qual era la squadra di categoria inferiore.
Ottima l prestazione delle due schiacciatrici Tosti e Delfino, invalicabili a muro Corbucci e Cruciani, bene in regia per la Marcacci e per l’opposta Puchaczewski. Grande in difesa Rocchi che ha tenuto le bordate di Negrini e Partenio. Grande soddisfazione per lo staff tecnico che in diversi scambi spettacolari ha visto il pala-Evangelisti scaldarsi ed incitare le proprie giocatrici. Nella partita finale Pesaro ha superato le cugine di Urbino 2-1 aggiudicandosi così il trofeo WEALTH PLANET ed ottenendo anche il premio Miglior Giocatrice per il libero Monica De Gennaro.