Multicopia non al massimo ma sempre vincente.

A.S. FOSSATO VOLLEY – MULTICOPIA PERUGIA 0-3 (22-25, 19-25, 18-25)
A.S. Fossato Volley: Luciani (17), Mataloni (5), Sechi (5), Pascolini (4), Qualliu (3), Brunelli (2), Bonucci (L) – n.e. Belenchia, Nardi, Rampini. All. Vittorio Cardone.
Multicopia Perugia: Pirchio (13), Sfascia (12), Burnelli (9), Giorgi (6), Bertinelli (3), Bordellini (2), Suvieri (L1), Pascolini (4), Piccioni (1), Paffarini, Mastroforti (L) – All. Luca Tomassetti.
Arbitri: Armando Cammarano (1°) e Cristina Cammarano (2°)
A.S. Fossato Volley: (punti 36, errori 16, muri 2, aces 7, batt. sbagliate 11).
MULTICOPIA Perugia: (punti 50, errori 13, muri 5, aces 10, batt. sbagliate 10).

La trasferta di Fossato, valida per la ventitreesima giornata del campionato di serie C femminile, obbligava la Multicopia Perugia all’affermazione da tre punti per confermare il secondo posto e mantenere il distacco dalle inseguitrici già vittoriose al sabato. Successo è stato, come la classifica delle contendenti lasciava supporre ma la valutazione della prestazione in termini di gioco e concentrazione non ha certo fornito l’impressione di una squadra ospite all’altezza delle aspettative.
Merito di un Fossato volitivo e tenace che, seppur falcidiato dalle assenze, ha tenuto in costante apprensione le perugine gestendo la gara con un entusiasmo che ha meritato a fine gara gli applausi del pubblico presente.
Demerito della squadra di Tomassetti che non ha saputo imporre in modo convincente quel gioco che fino ad oggi le ha consentito di stazionare nelle zone alte della classifica e che speriamo si possa ritrovare presto per affrontare i duri impegni che rimangono da qui fino alla fine della regular season.
La gara comincia con un doveroso minuto di raccoglimento, richiesto dai due allenatori al primo arbitro, in memoria di Vigor Bovolenta, un grande campione della pallavolo italiana e mondiale che nella sua pur breve permanenza in Umbria ha lasciato ricordi di grande stima ed affetto nei tifosi e in tutti gli addetti ai lavori.
L’inizio del primo parziale vede un sostanziale equilibrio fra le contendenti; Luciani, come sempre efficace, crea diversi grattacapi alla difesa ospite e di contro la squadra di casa sembra soffrire oltremodo le battute delle perugine. Sono proprio due break al servizio di Giorgi prima e Burnelli poi che propiziano un deciso allungo e sul 8-15 Cardone ha già terminato i suoi time-out; si procede sulla stessa lunghezza d’onda fino al 10-20 quando i problemi di disattenzione della Multicopia cominciano a manifestarsi in modo fin troppo evidente. In pochissimo tempo le ragazze di casa riescono a ribaltare il risultato e nonostante i sei cambi operati ed i due time-out chiamati da Tomassetti il punteggio è di parità 21-21. Il sussulto nel finale di marca perugina è propiziato da una fast e da due battute ficcanti di Erika Sfascia a cui va il merito, forse unica fra le ospiti, di non aver mai perso la concentrazione.
Il secondo ed il terzo set si svolgono su temi paralleli: ad un iniziale efficace allungo delle ragazze di Cardone risponde una Multicopia che seppur a basso regime riesce a concretizzare il gran numero di palloni difesi dal libero Mastroforti. Nel finale c’è di nuovo spazio nelle fila ospiti per le giovani Suvieri, Pascolini e Piccioni che contribuiscono a portare a casa questi importanti tre punti.
Sabato prossimo arriva al Pala-Evangelisti la giovane compagine del Foligno che già all’andata aveva strappato un punto alle perugine; ci sarà da alzare la guardia per provare a mettere in carniere l’ennesima vittoria che, visto il concomitante turno di riposo della Ternana, potrebbe significare portarsi ad un tiro di schioppo dalla capolista. Il tecnico Tomassetti e le sue ragazze sono quindi chiamati ad una settimana di grande intensità e concentrazione affinché si possano smentire da subito le opache prestazioni degli ultimi tempi.