Gecom troppo fallosa, Scandicci ringrazia.

GECOM CORCIANO – ROBUR 1908 SCANDICCI 1-3 ( 25-22, 21-25, 25-27, 16-25)
GECOM CORCIANO: Cruciani Cristina 17, Corbucci 13, Tosti 12, Marcacci 7, Toppetti 6, Martilotti 4, .Carlo, n.e. Cruciani Co., Tarducci, Zambon, Lib.Rocchi. All. Bovari
ROBUR 1908 SCANDICCI : Falsini 18, Buono 12, Nale 11, Di Tommaso 10, Comnticelli 7, De Fonzo 3, Tofani 2, n.e. Bucelli, Forni, Mugnai, Cavalieri. All. Latini

Corciano subisce la compattezza dello Scandicci al termine di una gara molto equilibrata, uscendo sconfitta dal proprio parquet per 1-3. Le toscane dimostrano di meritare la posizione in classifica che occupano, mettendo in evidenza un grande equilibrio tra tutti i reparti che consente di stare sempre incollate alle avversarie, anche nei momenti negativi.. La squadra di Bovari ha messo in evidenza ancora una volta la grande altalenanza di prestazioni, capace di grandi azioni ma anche di grandi errori che alla fine pregiudicheranno il risultato. Primo set all’insegna dell’equilibrio, con la partita che avanza punto su punto fino al secondo time-out tecnico con la Gecom avanti 18-16. Cruciani Cristina e Tosti provano ad allungare, ma Scandicci contiene con la Falsini che riesce a non far andare via le padrone di casa. Ma oramai il Corciano è lanciato e si porta sul 24-19. Alcuni errori della Gecom tengono in vita il set, che si chiude sul 25-22. Secondo parziale sulla falsariga del primo, dove nessuna delle squadre riesce ad imporre il proprio ritmo. La Gecom riece a stare incollata allo Scandicci fino al 21-22, con la Toppetti che chiude il punto con un mano e fuori.
Due errori delle corcianesi lasciano il set alle ospiti 22-25, vanificando così in malo modo tutte le cose belle fatte vedere nel set. Anche la terza frazione scorre in maniera esasperatamente equilibrata, dove nessuna delle due squadre riesce ad imporre più di 2 punti di vantaggio. Nel finale di set due guizzi di Cruciani Cristina e Tosti agganciano il set-ball 24-22, ma Corciano non ne approfitta e si lascia sfuggire l’occasione. Ben 4 errori corcianesi regalano il set allo Scandicci che chiude ringraziando 27-25. Nel quarto parziale Corciano scompare sotto le bordate di Nale che entrata nel terzo set, sale in cattedra con autorevolezza, mettendo a segno ben 4 ace con la battuta al salto. Oramai la Gecom non c’è più e Scandicci si prende tutta la posta in palio 25-16.