Multicopia soffre e vince a San Sisto.

BAM BAM RISTOSAURO SAN SISTO – MULTICOPIA PERUGIA 2-3 (26-24, 14-25, 25-13, 10-25, 11-15)

Bam Bam Ristosauro San Sisto: Cutini (21), Guerreschi (20), Budassi (8), Calzola (3), Barluzzi (2), Vicarelli (2), Biancalana (L1), Pausini (1), Tabai, Vescarelli – n.e. Pompili, Sorbelli (L2). All. Andrea Madau Diaz.
Multicopia Perugia: Catalucci (15), Burnelli (13), Sfascia (12), Giorgi (11), Pirchio (5), Bertinelli (4), Mastroforti (L), Bordellini (2), Piccioni, Suvieri – n.e. Paffarini. All. Luca Tomassetti.
Arbitri: Fabrizio Giulietti e Rocco Brancati

BAM BAM San Sisto: punti 57, errori 24, muri 3, aces 10, batt. sbagliate 16.
MULTICOPIA Perugia: punti 62, errori 17, muri 2, aces 18, batt. sbagliate 12.

Come in un film già visto, al palazzetto dello sport di San Sisto ieri sera è andato in scena il recupero della prima giornata del girone di ritorno del campionato di serie C femminile fra le padrone di casa della Bam Bam Ristosauro e la Multicopia Perugia.
Un risultato identico a quello dell’incontro d’andata, un andamento speculare, medesime alternanze di punteggio… un film già visto insomma o se preferite un remake, il rifacimento di una pellicola che ha precedentemente avuto il suo successo ma che può ancora essere riproposta ad un nuovo pubblico.
Differentemente rispetto a quattro mesi fa coach Madau Diaz deve fare a meno di Bonci e schiera titolare in posto quattro la giovanissima e talentuosa Sofia Calzola; Tomassetti invece, pur con qualche assenza fra le riserve, è in grado di mettere in campo il suo sestetto titolare.
L’andamento del primo set è sonnacchioso, le squadre sembrano studiarsi, anche se l’evidente numero di errori da ambo le parti suggerisce che la sosta forzata imposta al calendario dalle precipitazioni nevose delle ultime settimane abbia portato più disagi del preventivato, ricreando quella mancanza di sicurezze tipica della prima di campionato.
Appena San Sisto sembra prendere possesso dello scambio, grazie ad una superlativa Guerreschi (8 punti per lei nel parziale), si rivede una Multicopia organizzata che ricuce le distanze; si va avanti così a fasi alterne fino al break nel finale delle ospiti che porta il punteggio sul 21-24, in posizione di apparente sicurezza. Le ragazze di Tomassetti però non hanno fatto i conti con Sara Cutini che si incarica di prendere per mano le sue e con un parziale di 5-0, tutto propiziato da suoi attacchi o battute, regala il set a San Sisto.
È però ormai prassi che le gare fra queste due formazioni non possano avere un andamento omogeneo ed infatti al rientro in campo l’equilibrio, se mai c’è stato, si spezza.
I tre successivi set sono altrettanti monologhi di una delle due squadre: il secondo, spaccato in due dalle battute di Silvia Giorgi, è per la Multicopia; il terzo, propiziato dalla grinta delle solite Cutini e Guerreschi, è per San Sisto; il quarto, grazie alla precisione in battuta di Ayelen Burnelli ed alla continuità in attacco di Erika Sfascia, porta le perugine al tie-break.
Il quinto parziale vede salire in cattedra ancora le ospiti che manifestano una migliore condizione fisica e sfruttano a dovere la maggior rotazione data fino a quel momento agli attaccanti. Si chiude 15-11 con la spartizione della posta. Come all’andata.
Il successo permette alla Multicopia di rimanere terza, in zona play-off, anche se con un solo punto di margine sul San Feliciano, vittorioso ieri a Chiusi. La classifica però non va assolutamente guardata prima che siano finite le prossime cinque gare di campionato, gare in cui gli scontri diretti la faranno da padrone, gare in cui si sveleranno le vere ambizioni delle principali contendenti di questo campionato. Già sabato le ragazze del presidente Massimo Patiti sono di scena in trasferta a Gubbio; sarà meglio non pensare troppo avanti e cominciare da lì… sperando che non sia il solito vecchio film.