Alla Gecom il derby con San Mariano

GECOM SECURITY CORCIANO- SGM GRAFICONSUL SAN MARIANO 3-1 (25-15, 26-24, 28-30, 26-24)

CORCIANO: Cruciani Cri. 20, Tosti 20, Corbucci 16, Martilotti 12, Toppetti 10, Marcacci 1, Lib. Rocchi n.e. Cruciani Co., Di Carlo, Tarducci, Zambon. All. Bovari e Panfili

SAN MARIANO: Fiorini 22, Paolini 21, Ciacca 17, Caneva 8, Spacci 2, Piattella 1, Lib. Sacco, L2 Tromboni. n.e. Bartoccini, Piccari, Gabrieli, Pani.
All. Roberto Scaccia e Massimiliano Urbani.

Arbitri: Moratti F., Gurgone G.

Come in ogni derby che si rispetti il risultato è una sorpresa. A vincere è la squadra meno accreditata, quella Gecom Security Corciano che ha dato dimostrazione di avere maggiori motivazioni per centrare la vittoria. Pur non giocano una partita esaltante la ex capolista Sgm Graficonsul San Mariano ha atteso il suo momento e nel terzo set è riuscita a cambiare marcia. E’ stato quello il momento che avrebbe potuto tagliare le gambe a chiunque, ma non alle ragazze in maglia nera che trascinate dalle ex hanno trovato la forza per andare a chiudere. Una gara di rara intensità agonistica che ha divertito e coinvolto i tanti spettatori che sono intervenuti sugli spalti a fare il tifo, e che tifo. Si comincia con due novità nei sestetti, tra le schiacciatrici titolari ci sono Toppetti e Spacci. La prima a rilevare l’infortunata Di Carlo, la seconda a sostituire una Safronova che non fa più parte dell’organico rossoblu. All’avvio il match è tutto in favore delle locali che si portano subito sul 7-1 con Tosti scatenata in attacco ed in battuta. Tra le ospiti solo Fiorini riesce a scalfire ma le compagne non trovano il bandolo della matassa e si beccano diverse murate (15-4). La ricezione della Sgm Graficonsul non arriva e con palla scontata Paolini deve fare gli straordinari, quella delle locali è precisa e consente a Marcacci di sfruttare la scatenata Cruciani (cinque palle a terra nella frazione d’apertura) che non sbaglia nulla (23-13). Nessun sussulto nel finale con Toppetti che sigla il vantaggio. Alla ripresa San Mariano scappa grazie alla ritrovata efficacia di Ciacca sul 4-7 ma alla minima disattenzione viene punita, Martilotti accorcia e tre-muri-tre consecutivi di Corbucci valgono il sorpasso (8-7). Il confronto si accende con le difese che si esaltano, Cruciani (altri cinque palloni vincenti in questo set) e Paolini (altrettanto efficace) incidono e le rivali procedono a braccetto. Sul 20-19 Caneva propizia l’allungo che porta avanti di due lunghezze ma il gap viene subito annullato 22-22. Si arriva ai vantaggi ed è ancora Toppetti a risolvere con due attacchi da posto-quattro che firmano gli ultimi due punti ed il raddoppio. Nel terzo frangente Corciano si porta a condurre agevolmente forzando in battuta (9-5). Rocchi in difesa è una calamita ed i palloni finiscono tutti sulle sue braccia mentre Tosti in attacco è un cecchino e la forbice si allarga (17-10). Improvvisamente la Gecom Security perde le sue sicurezze mentre Piattella si rifugia spesso su palla alta con Fiorini e Paolini che operano la veemente rimonta (19-18). Tutto torna in parità sul 20-20. Finale incandescente, la prime due occasioni sono per le corcianesi ma Fiorini le annulla e poi guadagna la palla-set, per tre volte le ospiti sciupano ma alla quarta occasione è Caneva a siglare il punto che riduce le distanze. Il quarto periodo è marchiato a fuoco da Ciacca che scava il solco (3-8). La reazione non tarda e Corbucci rimette immediatamente in asse (9-9). A Caneva e Fiorini rispondono Tosti e Cruciani ma l’equilibrio è mantenuto (18-18). Il primo break sanmarianese è con Fiorini al servizio ma subito il gap è chiuso 21-21. Il secondo è con Spacci ma viene ugualmente neutralizzato (23-23). Corbucci decide che non deve passare più nessuno e col muro sbatte la porta in faccia guadagnando un match point, la prima opportunità di chiudere se ne va ma alla seconda è Tosti a mettere a terra la palla che fa esplodere il boato degli ultras.