La Multicopia rallenta ma vince ancora.

VIS FIAMENGA FOLIGNO – MULTICOPIA PERUGIA 2-3 (21-25, 21- 25, 25-23, 25-18, 9-15)
Multicopia Perugia: Catalucci (26), Giorgi (18), Sfascia (13), Burnelli (7), Pirchio (5), Bertinelli (4), Mastroforti (L), Bordellini (6), Piccioni, Pascolini– n.e. Viali, Fartade, Suvieri (L2). All. Luca Tomassetti.
Vis Fiamenga Foligno: Muste (19), Brunetti (14), Salvi (12), Maiuli M. (7), Stefanucci (7), Maiuli S. (3), Pacchiarini (L1), Cucci (5), Giansiracusa, Antonini, Castellani -– n.e. Fratini, Federici (L2). All. Elena Piatatchenko.
Arbitri: Dalila Villano (1°), Giulietti Fabrizio (2°)
MULTICOPIA Perugia: (punti 79, errori 24, muri 12, aces 7, batt. sbagliate 6).
FOLIGNO: (punti 67, errori 20, muri 8, aces 7, batt. sbagliate 7).

La Multicopia Perugia vince la sua quinta partita consecutiva sul campo della Vis Fiamenga volley Foligno al termine di una maratona di due ore e un quarto ricca di emozioni e ribaltamenti di fronte.
Tenendo conto solamente delle reciproche posizioni di classifica occupate dalle due squadre prima di questa giornata si può pensare ad un punto perso dalle perugine; chi era presente al palazzetto di Porta Todi può però raccontare di una gara intensa, giocata con determinazione per quasi tutta la sua durata e di un Foligno carico di rinnovata vitalità e lodevole abnegazione.
Perugia arriva all’appuntamento dopo soli 4 giorni dalla gara interna contro Fossato e la Vis Fiamenga, raccolti i tre punti a Monteluce, è alla prima prova casalinga sotto la guida dell’allenatrice Elena Piatatchenco.
Il ritmo è serrato fin dalle prime battute, ad una Catalucci ispirata si oppone con efficacia una Brunetti attenta e motivata. Perugia fa valere la propria organizzazione di gioco e a metà del primo parziale ha già accumulato un discreto vantaggio (8-15); il secondo time-out delle padrone di casa da il la al primo cambio di inerzia. Sul 18-21 è Tomassetti che chiama il tempo di sospensione e tanto basta a chiudere sul punteggio di 21-25.
Il secondo set scorre sulla falsariga del primo; 5-10 e 12-18 i punteggi che manifestano i distacchi più significativi per la Multicopia ma Foligno non è per nulla arrendevole ed una Muste sempre più convincente spinge le locali ad accorciare il distacco; seppur conclusosi 21-25 anche questo parziale, dagli spalti si comincia ad intravedere qualche breccia nella sicurezza, forse eccessiva, delle ospiti.
Il cambio deciso di rotta della ragazze di Piatatchenko si manifesta immediatamente all’inizio del terzo set; Perugia deve rimontare due volte e, seppur incollata all’ avversario, non riesce a concludere nei momenti importanti ed è 25-23.
La gioia e la determinazione delle padrone di casa si moltiplicano grazie al risultato ottenuto ed il quarto parziale è un monologo folignate; Salvi sale in cattedra con muri e battute e solo Giorgi rimane a tenere alta la bandiera della squadra del dirigente Angelo Pagano; i time-out ed i cambi di Tomassetti non sortiscono l’effetto sperato ed in un batter d’occhio si è sul 2 a 2.
L’orgoglio però non manca in casa Multicopia e Sfascia e compagne lo vogliono dimostrare fin da subito nel tie-break; il 15-9 finale rende comunque giustizia ad un Foligno che ha ceduto le armi con onore e premia le perugine che agganciano l’Ars al terzo posto in classifica.
Sabato arriva al Pala Evangelisti l’Orvieto, forte dei suoi tre punti di vantaggio, per lo scontro diretto più significativo prima delle feste natalizie; il vero valore delle due compagini non sarà assolutamente deciso solo da questa gara ma è certo che non è con questo spirito che le squadre si affronteranno e ne uscirà, siamo sicuri, una gara avvincente ed equilibrata, un appuntamento da non perdere per tutti i tifosi delle “galline”.