Secondo stop consecutivo per la Multicopia Perugia

VOLLEY SAN FELICIANO – MULTICOPIA PERUGIA 3-1 (14-25, 25-20, 25-21, 25-22)

Volley San Feliciano: Wallace (13), Biscarini (13), Costantin (11), Testasecca (10), Santicchi (9), Granieri, Caldarella (L1) – n.e. Migni, Ciucarelli, Gatti, Belardoni, Cosci (L2). All. Luca Ziino.
Multicopia Perugia: Catalucci (16), Giorgi (11), Pirchio (11), Sfascia (9), Burnelli (9), Bordellini (1), Bertinelli, Pascolini, Mastroforti (L) – n.e. Piccioni, Suvieri (L2). All. Luca Tomassetti.

Arbitri: Dalila Villano (1°) e Michele Lotito (2°)
SAN FELICIANO: (punti 56, errori 20, muri 8, aces 10, batt. sbagliate 8).
MULTICOPIA Perugia: (punti 59, errori 22, muri 3, aces 5, batt. sbagliate 8).

La Multicopia Perugia esce con le ossa rotte dalla trasferta di San Feliciano al termine di una gara intensa che ha premiato la maggior carica agonistica e caparbietà delle lacustri.
Entrambe le squadre arrivavano all’impegno con la necessità di riscattare le opache prestazioni offerte nell’ultima giornata di campionato e con una classifica non all’ altezza delle reciproche ambizioni.
San Feliciano finalmente può mettere in luce le qualità della tanto attesa giocatrice americana Jonelle Wallace, mentre Perugia, giunta fra le rive del lago a ranghi ridotti, recupera la “ex” della partita Francesca Catalucci.
L’inizio gara è tutto a favore della Multicopia; le ragazze perugine partono con l’acceleratore premuto eseguendo alla perfezione le prescrizioni tattiche dell’allenatore Tomassetti e mettendo in mostra quelle qualità tecniche che quasi sempre al di fuori delle competizioni ufficiali riescono ad esprimere.
La battuta è efficace, Giorgi e Sfascia sono molto presenti a muro, Burnelli finalizza da zona 2 con regolarità: tutto insomma lascia presagire una conduzione di gara attenta e concreta da parte delle ragazze perugine.
Al cambio di campo però si materializza quella attitudine oramai troppo frequente a subire cali di concentrazione ed il match assume subito un altro volto: l’esperienza di Biscarini, la grande fisicità di Wallace e soprattutto l’intensità di Costantin danno una spinta decisiva al San Feliciano che recupera fiducia e macina inesorabilmente punti.
La ricezione della Multicopia comincia a dare cenni di cedimento mentre Caldarella dall’altra parte della rete è sempre più tranquillamente padrona della seconda linea, A nulla valgono i cambi operati da Tomassetti per cercare di dare un’ inversione di tendenza alla gara; il copione è scritto ed in tutti i momenti decisivi dei successivi parziali sono le ragazze di San Feliciano a dare la zampata vincente.
La Multicopia dovrà adesso affrontare una settimana di grande impegno e concentrazione in vista del primo derby perugino in casa della capolista Ars di sabato prossimo; da trovare fin da subito un riscatto che, se non in termini di punti, lasci almeno intravedere un deciso cambio di atteggiamento nel modo di affrontare le gare di questo difficile campionato.