La Multicopia Perugia c’è!

LIBERTAS PERUGIA – MULTICOPIA PERUGIA = 1-3
(25-15, 22-25, 23-25, 10-25)
LIBERTAS PERUGIA: Alunno Aleandri 15, Gaudenzi 10, Gradassi 8, Lilli 6, Radi 5, Chiotti 4, Lorenzi (L), Di Giandomenico, Falcinelli, Martini. N.E. – Sorci, Aglietti. All. Simone Picchio.
MULTICOPIA PERUGIA: Catalucci 6, Giorgi 23, Burnelli 7, Pirchio 12, Sfascia 7, Piccioni 1, Mastroforti (L), Bordellini 4, Fartade 1, Pascolini, Viali. All. Luca Tomassetti.

Prolunga la sua corsa la Multicopia Perugia che nella settima di campionato della serie C femminile conosce la sua terza affermazione consecutiva. Lottano a mani nude le ragazze della Libertas Perugia, contro un avversario dotato di artigli affilati ma dopo avergli procurato alcune ferite nel primo set, vengono trafitte ed uccise. Non la miglior serata in attacco per le padrone di casa, mentre le ospiti sono andate molto bene a muro. La differenza comunque sta tutta nella centrale Silvia Giorgi capace di mettere a terra ventidue palloni. Pochi spunti d’interesse al via, la gara si trascina faticosamente sino al 6-7. Le ospiti strappano con Sfascia e vanno avanti di tre lunghezze, ma poi sale al servizio Gradassi e la Libertas infila la serie che inverte il punteggio (15-10). Alunno Aleandri è inarrestabile (sei punti nella frazione d’apertura) dalla banda e dalla parte opposta della rete piovono errori. Le sostituzioni non servono, il finale è senza storia con le ragazze di Tomassetti in bambola. La strigliata al cambio di campo produce una reazione d’orgoglio, la Multicopia pigia sul gas e vola sullo 0-6. Solo Gradassi riesce a mettere giù palla mentre le rivali hanno più soluzioni e, malgrado i ‘miracoli’ di Radi le distanze non mutano troppo (6-11). La nuova accelerazione di Gradassi riporta in scia (14-15). Il duello si anima e Piccioni sceglie la sicurezza di Giorgi (nove palle a terra nel parziale) per restare avanti (19-22). Il muro della centrale tifernate sventa l’aggancio e poco dopo il suo attacco sigla il pareggio. Nel terzo periodo si parte con copione inverso (5-0). La Multicopia getta nella mischia Bordellini ma le padrone di casa continuano a fare male con la battuta, tutto il contrario delle nemiche che non ne imbroccano una (9-5). In un attimo però i regali riportano equilibrio (10-10). Alle ‘legnate’ di Pirchio rispondono le giocate d’astuzia di Alunno Aleandri che fa impazzire il muro (16-13). Le ragazze del tecnico Picchio restano avanti grazie alla ritrovata Gaudenzi (20-19). Nel rush finale è decisivo un colpo di reni di Giorgi. Il quarto frangente riprende con la stessa Giorgi a menare le danze prima con due muri, poi con due attacchi ed infine con un ace (3-8). Le locali, in balia delle onde e del muro avversario, non riescono più a trovare il bandolo della matassa (8-24). La chiusura è un errore dai nove metri delle locali.