Gecom in chiaroscuro

Alfieri Cagliari – Gecom Corciano 3-2 (25-19, 19-25, 25-15, 23-25, 15-13)

Alfieri Cagliari: Lo Re 26, Babbi 17, Guidozzi, 14, Dimitrova 12, Gargiulo 7, Mereu, Allegretti, n.e. Lebiu, Savi, Boi, Floris Lib. Piras 1
All. Langiu e Ventura

Gecom Corciano: Tosti 25, Martilotti 16, Cruciani Cri 11, Di Carlo 9, Zambon 8, Corbucci 5, Marcacci 2, Cruciani Co. 1, Toppetti, n.e. Tarducci Lib Rocchi, L2 Pacciarini
All. Bovari e Panfili

Trasferta in chiaroscuro per la Gecom Corciano che riesce a rosicchiare solo un punto all’Alfieri Cagliari dopo una partita estremamente equilibrata e terminata 15-13 al tie-break per le padrone di casa. La squadra di Bovari ha disputato il match chiamando  in attacco soprattutto i laterali e sfruttando pochissimo i centrali.  Andamento altalenante, passato da momenti positivi nei quali riusciva ad esprimere la propria dinamicita’ in attacco, a momenti di stasi nei quali la squadra diventava molto fallosa. La Gecom si presenta al nastro di partenza con una formazione leggermente diversa della scorsa giornata con Tosti e Martilotti schiacciatori, Cruciani Cri. e Corbucci al centro, Marcacci in regia, Zambon opposto e libero Rocchi. Nel primo set le squadre giocano punto su punto fino al secondo time out tecnico, con Cagliari leggermente avanti 16-15.  Al rientro in campo Toppetti entra su una Martilotti indecisa  ma le padrone di casa si affidano ad una  Guidozzi estremamente ispirata che riesce a trascinare e chiudere il set 25-19. Nel secondo set rientra Martilotti su Toppetti. Le padrone di casa fanno tutto da sole e con 5 errori permettono alla Gecom di scattare subito avanti 6-0. Una incontenibile Lo Re riesce a ricucire lo strappo cannoneggiando da tutte le posizioni e portando le isolane avanti 16-14. Bovari inserisce Cruciani Corinna su Corbucci e  Zambon viene sostituita con Di Carlo  che si rende subito utile con un filotto di 5 battute che mettono in affanno la ricezione del Cagliari. Completa l’opera Tosti che cercata con continuita’ in attacco chiude il set 25-19. Nel terzo set riparte al centro Zambon su Cruciani Corinna ma il parziale e’ da dimenticare soprattutto per gli 11 errori punto commessi dal Corciano che condizionano irremediabilmente il set perso 25-15.  Nel quarto set Marcacci continua a chiamare in attacco quasi esclusivamente le bande, utilizzando molto poco i centrali anche per la imperfetta ricezione che continua ad arrivare. In ogni caso Tosti e Martilotti si fanno trovare pronte e si va al tie-break dopo un set tiratissimo 25-23 con un ottimo muro della Martilotti. Nell’ultimo set la stanchezza si fa sentire con  Corciano che riesce a tenere il passo delle isolane solo con Cristina Cruciani. Ma l’Alfieri e’ piu’ determinato e grazie ad una inossidabile Babbi vince la partita di misura 15-13.